Storia della psicologia del lavoro e delle organizzazioni

Appunto inviato da martinabriguglio
/5

escursus sui principali periodi e autori che hanno occupato un ruolo importante nella storia della psicologia del lavoro e delle organizzazioni (4 pagine formato doc)

Storia della psicologia del lavoro e delle organizzazioni - La nascita della disciplina si colloca all’inizio del secolo scorso (nel 1913) e nasce come psicotecnica, riguardante tutte le applicazioni della psicologia alla vita sociale.

Hugo Munsterberg è il fondatore della psicotecnica ed è colui che portò la psicologia del lavoratore dallo studio artificiale alla ricerca sul campo. Egli fu allievo di Wundt, padre della psicologia sperimentale, e lavorò con lui.

Leggi anche Teorie della psicologia del lavoro e delle organizzazioni

In seguito fu invitato da William James negli USA e diventò professore ad Harvard. Il suo lavoro era incentrato all’applicazione dei tradizionali metodi psicologici ai problemi concreti delle industrie, in particolare all’organizzazione del lavoro e alla selezione del personale
Condusse inoltre studi sulla monotonia, sulla fatica, sull’adattamento dell’uomo all’ambiente di lavoro e le prime analisi sulla motivazione al consumo e sulle tecniche di vendita

Leggi anche Psicologia del lavoro e delle organizzazioni: definizione

Una delle prime applicazioni della psicologia del lavoro è quella della selezione, cioè il processo in cui vengono accertate le caratteristiche individuali nello svolgimento di determinati compiti
L’attenzione è verso il singolo lavoratore che rischia le conseguenze dell’alienazione e si trova in una condizione di assoluta divisione tra le sue abilità: quando però anche il singolo individuo ne trae vantaggio anche la società ottiene dei feedback positivi.