Metodi di indagine in psicologia

Appunto inviato da msansalone
/5

appunti di psicologia dello sviluppo e dell'educazione sui metodi d'indagine (4 pagine formato doc)

METODI DI INDAGINE IN PSICOLOGIA: METODO DELL'OSSERVAZIONE - Esistono fenomeni umani che non possono essere studiati in laboratorio o con metodi sperimentali.

Tali fenomeni possono essere studiati solo in contesti di vita, ossia in contesti naturali. Il metodo per studiare tali fenomeni è l’osservazione. L’osservazione, quando viene utilizzata con scopi scientifici, deve essere intenzionale, cioè deve avere degli scopi previsti e sistematica, in modo tale da utilizzare particolari modalità di raccolta dei dati.
L’osservazione può essere inserita in un altro metodo di indagine in quanto consente la conoscenza diretta di un fenomeno. La partecipazione dell’osservatore può essere a vari livelli: l’osservatore può infatti essere presente o no e il soggetto può essere o no consapevole di essere osservato.
L’osservazione, per essere valida e attendibile, deve essere pianificata.
Ciò vuol dire che deve essere definito lo scopo, l’oggetto e il tempo dell’osservazione, deve essere concepita una griglia con dei punti di riferimento, cioè una serie di caratteristiche che si riferiscono ai vari aspetti del fenomeno che si vogliono osservare, deve essere predisposta una scala di valutazione per definire aspetti quantitativi del fenomeno, devono essere registrati immediatamente i dati osservati.

Leggi anche I metodi della psicologia, appunti

METODI DI INDAGINE IN PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO - Il metodo dell’osservazione presenta tuttavia dei limiti. Il primo è il basso rigore statistico e concettuale rispetto alla definizione delle variabili utilizzate; il secondo è che possono intervenire delle distorsioni, messe in atto sia dall’osservatore che da parte del soggetto, come ad esempio fattori di personalità dell’osservatore, le sue aspettative, le sue interpretazioni, etc. Al fine di ovviare a tali distorsioni è possibile mettere in campo degli accorgimenti, come ad esempio il ricorso a più osservatori, la diversità tra chi osserva i fenomeni e chi formula le ipotesi e conosce gli scopi della ricerca, etc.
Le schede di osservazione rappresentano un elemento utile per sistematizzare le informazioni che emergono dall’osservazione. Le schede possono essere più o meno strutturate a seconda che si conoscano le variabili rilevanti dei fenomeni osservati.

Leggi anche I metodi di indagine statistica

METODI DI RICERCA IN PSICOLOGIA: L'INCHIESTA - Un altro metodo di indagine è quello dell’inchiesta. Tale strumento, che viene utilizzato quando è necessario analizzare fenomeni naturali non riproducibili in laboratorio, può essere rappresentato dai questionari e dalle interviste strutturate. In tale metodo il ricercatore non manipola gli stimoli, ma si limita ad osservare i risultati di processi che si sono verificati precedentemente nell’individuo.
Il primo limite di tale metodo è che il ricercatore non ha la possibilità di manipolare la variabile indipendente. Lo scienziato, inoltre, deve ricavare la variabile dipendente da quello che gli individui dicono di sé. Il metodo dell’inchiesta, infatti, prevede la capacità dei soggetti facenti parte del campione di autodescriversi. Il metodo dell’inchieste comprende la facoltà dello scienziato di utilizzare i questionari e le interviste strutturate. Il questionario, in particolare, consente di ricavare un grande numero di informazioni su un soggetto in tempi relativamente brevi. I questionari consistono in una serie di domande a cui bisogna dare una risposta e possono essere a forma chiusa, quando l’individuo deve scegliere all’interno di una gamma di risposte precostituite e a forma aperta, in cui invece la risposta è liberamente redatta dall’individuo. Leggi anche La ricerca in psicologia sociale