Psicologia del lavoro, appunti

Appunto inviato da msansalone
/5

adulti e lavoro. Appunti sulla psicologia del lavoro negli adulti (3 pagine formato docx)

PSICOLOGIA DEL LAVORO, APPUNTI - Il lavoro occupa una posizione rilevante nella fase adulta della persona, in quanto può rappresentare un’occasione di soddisfazione e maturazione o al contrario un motivo di frustrazione per la persona.
La psicologia del lavoro, negli ultimi anni, ha adottato un approccio evolutivo, dividendo la vita lavorativa di una persona in fasi.  In questa prospettiva acquistano rilevo determinate tematiche, come ad esempio lo stress e il mobbing, che meritano di essere analizzate.
Gli autori che studiano il lavoro dal punto di vista evolutivo prendono spesso a riferimento la cosiddetta life span developmental psychology.

All’interno di tali autori vi sono i seguaci dell’approccio vocazionale, e in particolare quelli che seguono la cosiddetta fase maturativo-personale dell’orientamento.


Leggi anche La socializzazione lavorativa, appunti

RIASSUNTO DI PSICOLOGIA DEL LAVORO - Uno dei maggiori esponenti di questo approccio è Donald Super, il quale ha identificato una serie di tappe che l’individuo segue nella scelta del suo futuro professionale. La prima tappa, che dura fino ai 14 anni, è quella della crescita, in cui l’individuo è venuto in contatto con un Sé professionale ideale ma non è ancora incappato nelle limitazioni ambientali. Dai 14 ai 18 si verifica la fase esplorativa, in cui l’individuo inizia a sperimentare sé stesso nelle varie possibilità. Dai 18 ai 25 anni abbiamo la fase della cristallizzazione, in cui viene definita chiaramente la preferenza per una professione. Dai 25 ai 45 anni, invece, si ha la fase della stabilizzazione e del progresso, in cui il soggetto tenta di progredire all’interno della professione. Dai 45 ai 65 anni si ha la fase del mantenimento e della stagnazione, in cui il soggetto tende a rimanere nel livello lavorativo in cui si trova. Nella fase del declino, che va dai 65 anni in poi, l’individuo pianifica la pensione.

Leggi anche Psicologia, organizzazioni e lavoro: riassunto

PSICOLOGIA DEL LAVORO, RIASSUNTI - Queste tappe si possono articolare in maxi-cicli o in mini-cicli, che avvengono a seguito di eventi come ad esempio la disoccupazione e che portano al loro interno le tappe evidenziate in precedenza.
Secondo altri autori la scelta lavorativa non è una scelta isolata, ma è il frutto di una molteplicità di decisioni aventi orientamento lavorativo che vengono prese nel corso della vita. Tali decisioni possono essere raggruppate nello stadio delle scelte di fantasia, che va dai 7 agli 11 anni, nello stadio del tentativo che va dagli 11 ai 17 anni e nello stadio delle scelte realistiche, che va dai 17 anni in poi.
Secondo gli autori Legrès e Pémartin, invece, la capacità lavorativa si svilupperebbe attraverso le seguenti fasi: sincretismo dei progetti, che corrisponde alla fanciullezza; ricerca confusa e disorganizzata di informazioni dall’ambiente, che va dagli otto ai dodici anni; ricerca centrata su di sé e sulla propria identità, che va dai tredici ai quattordici anni; emergenza delle scelte e dei progetti professionali, che va dai quattordici ai diciotto anni; formazione e realizzazione dei progetti personali, che va dai diciotto anni in poi.

Leggi anche Psicologia del lavoro: domande-esame

APPUNTI PSICOLOGIA DELLA PERSONALITA': LA VITA LAVORATIVA DELL'ADULTO - La vita lavorativa presuppone necessariamente un momento in cui l’individuo farà il suo accesso all’interno di un contesto lavorativo, processo chiamato socializzazione lavorativa. La maggior parte dei modelli individuano varie fasi all’interno di tale processo. Il modello di Sarchielli, ad esempio, individua le seguenti fasi: pre-lavorativa o socializzazione anticipatoria; di ingresso; prima assegnazione dei compiti; successive assegnazioni; uscita.
L’identità lavorativa è l’insieme delle autorappresentazioni del soggetto in ordine all’attività lavorativa. Essa comprende i valori, gli atteggiamenti e le rappresentazioni del soggetto legate al mondo del lavoro.