Elementi di psicologia dello sviluppo: riassunto

Appunto inviato da altea59
/5

Descrizione delle principali teorie sullo sviluppo, esponenti, disturbi del comportamento e problemi dello sviluppo, iperattività e bullismo (9 pagine formato doc)

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO: RIASSUNTO

Psicologia dello sviluppo
Teorie dello sviluppo:
1.    Teoria psicoanalitica (Freud) sviluppo psico-sessuale
2.    Teoria del cognitivismo (Piaget) sviluppo cognitivo
3.    Teoria psicosociale (Erikson) sviluppo psicosociale
Teoria psicoanalitica = il comportamento è determinato da istinti biologici con 5 fasi di sviluppo della sessualità:
- Fase orale (fino a 2 anni) piacere tratto portando tutto alla bocca
- Fase anale (fino ai 4 anni) piacere tratto nel trattenere o nel rilasciare gli sfinteri anali
- Fase fallica (fino ai 6/7 anni) scoperta della propria genialità e periodo del complesso edipico
- Fase di latenza (fino agli 11 anni) periodo in cui il bambino entra nella scuola e si cimenta con i propri limiti
- Fase genitale (adolescenza) periodo in cui si forma definitivamente la sessualità con la prima polluzione o la prima mestruazione.

Psicologia dello sviluppo di Piaget: riassunto

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO: TEORIE E METODI

Teoria cognitivista = i bambini comprendono il mondo attraverso intereazione con gli oggetti e le persone progredendo continuamente utilizzando quali meccanismi principali: l’assimilazione, l’accomodamento e l’equilibrio.

Si attraversano 5 stadi:
- Stadio senso motorio (fino a 2 anni) fase suddivisa in 6 stadi
- Stadio preconcettuale (fino ai 4 anni) atteggiamento ancora di tipo egocentrico
- Stadio del pensiero intuitivo (fino ai 6/7 anni) aumenta la partecipazione e la socializzazione
- Stadio delle operazioni concrete (fino agli 11 anni) il bambino è capace di coordinare due azioni successive
- Stadio delle operazioni formali (fino ai 14 anni) il preadolescente acquisisce la capacità del ragionamento astratto.
Esperimento del pendolo.

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO, ESPONENTI

Teoria dello sviluppo psicosociale = Erikson distingue 8 fasi dello sviluppo dall’infanzia alla vecchiaia nelle quali acquisisce le diverse virtu’ necessarie alla costruzione di personalità: speranza, volontà, fermezza, responsabilità, fedeltà, in successione tra loro.
Infanzia = 4 fasi
1.    Orale-sensoriale (fiducia e sfiducia modulate dalla speranza)
2.    Anale-muscolare (controllo e disciplina)
3.    Psicosociale (virtù, fermezza nei propositi, nasce il senso di colpa)
4.    Periodo della latenza (emerge la competenza e l’efficacia)
Adolescenza (fase della fedeltà ai valori ed alle ideologie)
Adolescenza = tappa fondamentale per la metamorfosi del bambino in adulto nella quale l’adolescente deve acquisire un senso di identità che sia stabile ed integrato.