La psicologia dello sviluppo: base

Appunto inviato da 7psyco6
/5

Cosa studia la psicologia dello sviluppo, concetto di sviluppo, origine della psicologia dello sviluppo (binet, Galton) le principali teorie della pds (le età evolutive, i periodi dello sviluppo, l'importanza della pds) (2 pagine formato doc)

La psicologia dello sviluppo è una disciplina scientifica interessata al comportamento lungo tutte le fasi della vita
Cosa studia la psicologia dello sviluppo
Studia i cambiamenti che si verificano nel comportamento e nelle funzioni psicologiche degli esseri umani nel corso della loro vita, in funzione del tempo e i processi che causano questi cambiamenti.
studia il come, cosa, quando e perché
Concetto di sviluppo
Il termine sviluppo fa riferimento alla dimensione qualitativa del cambiamento che porta a un aumento della complessità del sistema attraverso processi di crescente  differenziazione e organizzazione


Origine della psicologia dello sviluppo
La nascita della psicologia scientifica viene fatta risalire alla fine dell’800, quando la psicologia si distacca dalla filosofia.
Nel 1987 c’è il primo laboratorio psicologico fondato a Lipsia da Wundt: si studiano i fenomeni quali percezione e attenzione, si è invece poco interessati a come si sviluppa la mente e si studiano solo soggetti adulti.
L’interesse verso l’ambito educativo si riconduce a due eventi determinanti che si verificano intorno alla seconda metà dell’800: scolarizzazione di massa(primi test di intelligenza con Binet) e teoria dell’evoluzione di Darwin (interesse ai rapporti fra l’individuo e l’ambiente, in particolare sugli effetti che l’ambiente può avere sul funzionamento e sullo sviluppo della mente


Alfred Binet
Binet (1898) si focalizzò sullo studio dell’intelligenza per affrontare un problema pratico.
Le autorità educative francesi lo incaricarono di sviluppare uno strumento in grado di misurare i benefici dell’educazione scolastica al fine di discriminare i bambini che avevano buone possibilità di affrontare gli studi cn i programmi in vigore da quelli che invece non erano in gradi di farlo e che avrebbero dovuto frequentare le classi speciali