Psicologia sociale, di Lucia Mannetti

Appunto inviato da 666giusy666
/5

Sintesi schematica ma estremamente chiara e completa del libro, con suddivisione capitolo per capitolo (27 pagine formato doc)

Capitolo 1

Gordon Allport : la psicologia sociale è "il tentativo di spiegare come il pensiero, i sentimenti e i comportamenti delle persone sono influenzati dalla presenza reale, immaginata o implicita di altre persone", tuttora ampiamente condivisa e riportata nei testi di psicologia sociale psicologica.

MC DOUGAL: psicologia sociale psicologica

-centra l'attenzione sui processi psicologici

-considera i fattori sociali in termini di forze che intervengono per deviare o distorcere processi intraindividuali -L'unità di analisi nella psicologia sociale psicologica è l'individuo.

ROSS : Psicologia sociale sociologica :per spiegare i fenomeni sociali bisogna guardare all'interno del gruppo piuttosto che alla psicologia dei singoli membri di esso.
Si privilegia il ruolo casuale dell'interazione sociale e si ritiene che anche i processi psicologici individuali possono essere compresi adeguatamente solo con riferimento al contesto interattivo dal quale traggono origine

RADICI STORICHE

JEREMY BENTHAM : il principio di utilità

L'uomo agisce esclusivamente per ottenere piacere ed evitare dolore: ogni volta che deve scegliere una linea d'azione l'individuo applicherebbe il "calcolo edonistico".il piacere è misurabile lungo diverse dimensioni (durata, intensità,sicurezza,prossimità, fecondità,purezza,ed estensione).
l'uomo è un essere essenzialmente razionale perché sceglie sempre la condotta che assicura il massimo piacere complessivo.

HOBBES : egoismo. unica motivazione umana: "il desiderio di avere sempre più potere";la vita sociale è resa possibile in quanto gli uomini si sottomettono al "potere comune" dello stato; già nel 1651, considera il condizionamento dei sistemi di comunicazione e la creazione delle ideologie come forma di potere. Se la ricerca del potere è la principale motivazione umana, l'ordine sociale è reso possibile solo dalla presenza di un potere sovrastante i poteri individuali, che agisce come minaccia comune.