Relazioni sociali e formazione del sè

Appunto inviato da 7psyco6
/5

Concetto di relazione, contributo di sociologia ed etologia, funzioni delle reazioni, interdipendenza, relazioni e regole, teoria e tipi di attaccamento, socializzazione del sè, identità personali e sociale, relazioni interpersonali e familiari, amicizia, sostegno e solitudine, devianza e relazioni sociali e formazione del sè (8 pagine formato doc)

FORMAZIONE DEL SE

Indice:
Concetto di relazione
Contributo di sociologia e etologia
Funzioni delle relazioni
Interdipendenza
Relazioni e regole
Teoria e tipi di attaccamento
Socializzazione
Costruzione del se’
Identita’ personale e sociale
Relazioni interpersonali e familiari
Amicizia, sostegno e solitudine
Devianza
Relazioni sociali e formazione del se’
IL CONCETTO DI RELAZIONE E I SUOI CAMPI DI STUDIO: Il campo di studi inerenti alle relazioni sociali analizza la natura dei rapporti che intercorrono tra i soggetti.

Si stabilisce l’esistenza di una relazione tra individui quando osservando il comportamento di una persona è parallelamente riscontrabile un cambiamento negli altri.

Le metropoli e la vita dello spirito di Simmel: riassunto

REALIZZAZIONE DEL SE, PSICOLOGIA

INDIVIDUALISMO METODOLOGICO: l’individuo è l’elemento fondamentale e unico su cui operare osservazioni metodologicamente corrette per giungere a esiti scientificamente validi.

Secondo questa posizione epistemologica sono i singoli individui e le loro relazioni a comporre come risultato complessivo la realtà sociale. La totalità è il risultato delle individualità.
OLISMO METODOLOGICO: contro l’individualismo metodologico si muove l’olismo metodologico secondo cui non è possibile isolare gli individui dal loro contesto, il quale è dotato di struttura e organizzazioni proprie che producono effetti specifici sulle singole persone. Nessuna individualità può essere comprensibile senza considerare la totalità che la determina.

La discrasia tra individuo e società si dirime tramite il concetto di relazione, ove i contenuti promossi dall’individualismo e dall’olismo giungono alla sintesi, riconoscendo per un verso all’individuo una specifica intenzionalità e al contesto una irriducibile sopravvivenza, non identificabile con la semplice somma delle componenti individuali.

IL CONTRIBUTO DELLA SOCIOLOGIA:
Tarde: il meccanismo di base per lo sviluppo della società è l’imitazione.
Simmel: la società è un’interazione tra individui, compito delle scienze sociali è riconsoscere gli aspetti formali delle relazioni.
Weber: le persone interagiscono intenzionalmente in un universo di senso condiviso, che permette loro di orientare l’azione e comprendersi.
Parsons: tema della struttura sociale, ogni azione umana è un’interazione poiché accade in una totalità organizzata.

IDENTITA' DEL SE

IL CONTRIBUTO DELL’ETOLOGIA:
Hinde: elaborò la prima sistematizzazione degli studi sulle relazioni sociali sostenendo che l’argomento può essere studiato osservando:
1)    Le modalità e le diverse tipologie d’interazione
2)    La struttura delle relazioni
3)    I livelli di reciprocità, intimità, affidabilità
4)    Le percezioni dell’individuo rispetto agli altri
Tali definizioni sono finalizzate alla comprensione delle dinamiche che le contraddistinguono. Vengono quindi studiate le relazioni di coppia, amicali, familiari e i temi relativi più vicini alla vita quotidiana e privata.

FUNZIONI DELLE RELAZIONI:
1)    Strumentale: le relazioni permettono alle persone di raggiungere scopi.
2)    Conoscitiva: rendono possibile la conoscenza di sé, degli altri e dell’ambiente.
3)    Espressiva: forniscono al soggetto un contesto per esprimere la propria identità.
4)    Ego-difensiva: aiutano a preservare una concezione positiva di se stessi.