Cognitivismo e comportamentismo: riassunto

Appunto inviato da elogic
/5

Cognitivismo e comportamentismo: riassunto, esponenti e caratteristiche (3 pagine formato doc)

COGNITIVISMO E COMPORTAMENTISMO

Passaggio dal comportamentismo al cognitivismo. Il passaggio dal comportamentismo al cognitivismo è seganto dalla modificazione nella concezione della mente umana: per il comportamento la mente umana è una black box, a cui arrivano input e fuoriescono output, senza possibilità di controllo; secondo il cognitivismo invece la mente umana è un elaboratore di informazioni dove stimoli e risposte esterne sono influenzate da stimoli e risposte interne/soggettive.

Per cui stimolo overt (esterno) porta ad uno stimolo covert (interno) al quale segue una risposta covert che a sua volta porta ad una risposta overt; semplificando uno stimolo ambientale induce delle modificazioni mentale che portano ad un'elaborazione emotiva e ad una risposta comportamentamentale che inducono conseguene nell'ambiente esterno.
Questa teoria porta il nome di Eysenk (Sovert -> Scovert -> Rcovert-> Rovert)

Cognitivismo: riassunto

COGNITIVISMO ESPONENTI

Tra gli autori del comportamentismo, che ne segnano il passaggio/termine , ricordiamo:
- STAATS e il comportamentismo sociale paradigmatico: ritiene che uno stimolo, in grado di produrre innatamente o per condizionamento classico una risposta vegeto-emozionale, agisce come rinforzo e induce un comportamento di avvicinamento/allontanamento rispetto all'ambiente
-BANDURA e l'apprendimento sociale: ritiene che l'uomo sia determinato da tre elementi che si influenzano reciprocamente (DETERMINISMO RECIPROCO), cioè ambiente, mente umana/processi psichici e comportamento. A seconda del livello si gravità di una situazione, il terapeuta potrà agire su uno o tutti questi elementi, sapendo bene che essi si influenzano reciprocamente, per cui la modifica di uno porta a modificare anche gli altri. Inoltre Bandura introduce i concetti di "imitazione" (esperimento del pupazzo Bobo: si è visto che i bambino tendono ad apprendere per imitazione i comportamenti che osservano; ovvero i bambini osservati da Bandura che avevano appena assistito ad un cartone violento si sono mostrato violenti nei confronti del pupazzo, a differenza dei bambini che non hanno visti il cartone violento) e di "self-efficacy" (capacità di raggiungere i propri obiettivi).

Cos'è il cognitivismo: riassunto

COGNITIVISMO: RIASSUNTO

COGNITIVISMO. Il cognitivismo può essere diviso tra una prima corrente cognitivo-razionalista ed una seconda corrente cognitivo-costruttivista.
La corrente cognitivo-razionalista, che trova tra i suoi esponenti Ellis e Beck, ritiene le emozioni come conseguenze dei processi di pensiero, ovvero le emozioni trovano la loro motivazione/causa nei pensieri che li precedono, quindi per comprendere un'emozione basta, secondo questi autori, ricercare i processi di pensieri che vi sono alla base.
ELLIS e la terapia razionale emotiva (RET) : riprende in un certo modo il pensiero di Staats, in quanto sostiene che i processi S-> R passano attraverso più fasi: percezione dello stimolo, elaborazione dello stimolo, attribuzione allo stimolo di significati soggettivi, attribuzione allo stimolo di ulteriori significati legati alle proprie motivazioni/scopi/interessi, reazioni emotiva conseguente all'elaborazione dello stimolo, reazione comportamentale di avvicinamento/allontanamento. Secondo Ellis il terapeuta ha la funzione di insegnante/guida; inoltre ritiene che il metodo ABC del comportamentismo sia troppo riduttivo, in quanto lo stimolo arriva ancora prima di A ed inoltre ritiene che ad una risposta (C) deve seguire una fase D di discussione ed analisi del comportamento adottato con il terapeuta ed una fase E che rappresenterebbe le conseguenze emotive e cognitive di D.