Comunicare se stessi agli altri

Appunto inviato da ritata
/5

Appunti di psicologia: comportamenti, ascolto attivo, la parola e la comunicazione non verbale (4 pagine formato doc)

Ogni relazione tra individui assume caratteristiche diverse a seconda della personalità di ciascun interlocutore coinvolto nel dialogo.
La personalità è determinata dall'insieme delle particolarità del proprio carattere, dall'educazione, dal rapporto con i genitori e gli educatori, dall'apprendimento, dalla cultura, dal tipo di vita sociale...

Durante una relazione gli aspetti che si evidenziano sono:

- quanta considerazione abbiamo di noi, cioè quanto siamo autoconsapevoli di amarci e apprezzarci

- in quale considerazione teniamo il nostro interlocutore, vale a dire quale grado di apprezzamento, stima e rispetto abbiamo verso l'individuo con il quale ci relazioniamo

Si possono identificare quattro tipologie di comportamento continuativo di base: remissivo, autoritario, autoritario mascherato e relazionale positivo.

Il comportamento remissivo è tipico dell'uomo cosiddetto "troppo buono", accetta tutto o quasi, evitando il conflitto con l'altro. C'è da un lato una debole o negativa valutazione di se stesso e dall'altro la considerazione degli altri come autorevoli e dominanti nei suoi confronti.
Provoca una fuga davanti alle difficoltà evitando di assumersi responsabilità o iniziative affidando ad altri le scelte.

Il comportamento autoritario è opposto al comportamento remissivo. C'è un alta valutazione di se e una scarsa o inesistente considerazione degli altri. Ciò porta a sostenere il proprio punto di vista anche oltre la logica e la validità oggettiva. La persona autoritaria è portata a non riconoscere i propri errori e ciò limita oggettivamente ogni sua possibilità di crescita umana e professionale.