le emozioni e teoria sull'emozione

Appunto inviato da pinguina86
/5

spiegazione sulle emozioni e teorie a riguardo (periferica di ames, Centrale di Cannon, Appraisal) (2 pagine formato doc)

Esistono diverse famiglie ed intensità di emozioni Esistono diverse famiglie ed intensità di emozioni.
Un' EMOZIONE attiva una reazione fisiologica, dura una quantità di tempo limitata ed è un SISTEMA DI ADATTAMENTO ALL'AMBIENTE DIVERSAMENTE I SENTIMENTI possono durare anni L'INVIDIA è a metà strada,in quanto a volte può durare degli anni. Le EMOZIONI sono reazioni fisiologiche, perché provocano il rilascio di sostanze nel corpo. Si provano sul corpo,MA avviene una scelta se manifestarle o meno. DA DOVE NASCONO? un INPUT ESTERNO=ANTECEDENTE EMOTIVO che fa si che il mio corpo risponda(ma non basta questo,le reazioni infatti sono diverse e soggettive,e possono variare in contesti diversi e da persona a persona) c'è una VALUTAZIONE da parte del soggetto che decide se l'input è o non è emotivamente carico(cambia a seconda del contesto) c'è una RISPOSTA,una reazione emotiva (emotiva+fisiologica) NON istintiva perché prima il soggetto la valuta,non si limita a rispondere allo stimolo, ed ALTAMENTE RAFFINATA(è primordiale ma sofisticatissima) Ci sono diverse teorie sull'emozione: - TEORIA PERIFERICA DI JAMES:sono triste perché piango, cioè il soggetto prova un'emozione in conseguenza di un attivazione fisiologica che ha luogo nei visceri. Il sogg,cioè, percepisce la variazione fisiologica determinato da reazioni viscerali e la percezione di queste modifiche è la base dellìesperienza emotigena L'AROUSAL è l'attivazione fisiologica ed è molto importante TEORIA CENTRALE DI CANNON: è il SISTEMA CENTRALE ad attivare le vie periferiche, i visceri non possono essere il punto di partenza in quanto hanno una motilità ridotta e sono poco sensibili.
Il sist. Centr. Attiva le vie periferiche in conseguenza al riconoscimento di una SITUAZIONE EMOTIGENA. TH COGNITIVO ATTIVAZIONALE: In un esperimento, venne dato del placebo a un gruppo, una sostanza che provoca rabbia, ed alcuni dei soggetti dei due gruppi vennero messi in condizione di arrabbiarsi. Quelli incolleriti senza motivo apparente -per le sostanze- non si dichiararono arrabbiati, ma “strani” perchèper attivare uno stato emotigeno non basta l'attivazione fisiologica MA ci deve essere una motivazione. TH DELL'APPRAISAL. FRJDA,OATLEY, SCHEHRER NOI valutiamo se uno stimoloè emozionale Le emozioni compaiono dopo una VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE,in riferimento ad un raggiungimento del BENESSERE dell'individuo e del soddisfacimento dei suoi scopi,desideri,ambizioni Le emozioni sorgono in risposta alla STRUTTURA DI SIGNIFICATO di una determinata situazione,e sono generate dai valori attribuitedagll'individuo Soddisfano allora è positiva Non soddisfano l'individuo è negativa Se gli eventi Sono nuovi entra in gioco lo STUPORE o la SORPRESA