Fondamenti di psicologia di comunità: riassunto

Appunto inviato da chichina17
/5

riassunto per preparare l'esame di Psicologia dei gruppi, del libro di "Fondamenti di psicologia di comunità" di Massimo Santinello, Lorenza Dallago, Alessio Vieno. Capitoli: 1 - 2 - 6 -7 -9 (29 pagine formato pdf)

Fondamenti di psicologia di comunità: riassunto - CAP 1 – ORIGINI E SVILUPPO DELLA PSICO DI COMUNITA' - NASCITA ED EVOLUZIONE DELLA PDC NEGLI USA essa è preceduta → dallo sviluppo della psichiatria e dell'igiene mentale.

La prima tappa impo risale alla fine del XIX sec nel corso del quale viene a consolidarsi la rivoluzione industriale che xmetta una lenta ma progressiva conquista dei diritti sociali da parte delle masse svantaggiate → trova spazio la denuncia di ex pazienti o intellettuali degli abusi e crudeli cui venivano sottoposti i ricoverati negli ospedali psichiatrici. In seguito alla crisi economica successiva alla IWW e sfociata nella depressione del 29, le iniziative e i servizi sociali USA conoscono una notevole flessione.

Leggi anche Psicologia di comunità: settori di applicazione

Nel dopo guerra si assiste a un rinnovato ottimismo da parte della nazione nelle prp capacità di far fronte a problemi sociali, primo fra tt il reinserimento dei reduci di guerra TV il problema è che si avverte la carenza di teorie e metodi adeguati alla gestione di malattie mentali gravi.
Gli anni 50 invece sono anni segnati da un certo benessere e dal raggiungimento di un certo status sociale. La risposta al disagio è lo studio psicoanalitico, la clinica privata, l'ospedale psichiatrico. TV con il diffondersi dell'orientamento umanistico esistenziale e del behaviorismo, viene messo in discussione il predominio e l'orientamento psicoanalitico e si pone l'accento sullo sviluppo delle risorse xsonali. Nello specifico, aumenta anche l'interesse per i fattori socioeconomici, ecologici e culturali.

Leggi anche Psicologia di comunità: la ricerca
 
Nel 1963 viene approvato il COMMUNITY MENTAL ACT, una lex che stabilisce il principio della organizzazione territoriale dei servizi psichiatrici → implica la riduzione dei ricoveri negli ospedali psichiatrici e l'offerta al cittadino di un trattamento inside la prp comunità di appartenenza → la lex concede fondi per la costruzione di centri di igiene mentale di comunità ma è disposta a erogarli solo a quei centri in grado di offrire almeno 5 servizi: residenziali, ambulatoriali, di ospedalizzazione parziale, di emergenza e di consulenza ed educazione.