La psicopatologia; Freud.

Appunto inviato da valiiina
/5

La psicopatologia; Il metodo; le associazioni libere; l'interpretazione dei sogni; il transfert; rapporto sogno-vita da svegli; stimoli e fonti dei sogni; percvhè i sogni si dimenticano al risveglio (3 pagine formato doc)

LA PSICOPATOLOGIA: IL SINTOMO ED IL CONFLITTO PSICHICO: LA PSICOPATOLOGIA: IL SINTOMO ED IL CONFLITTO PSICHICO: I diversi approcci si riferiscono a modi disadattivi di rapportarsi con la realtà perché assorbono energia psichica e la sottraggono al processo di adattamento alla realtà esterna.
Non c'è una differenza qualitativa tra normalità e patologia; sia la psiche della persona normale che quella della persona con problemi nevrotici seguono gli stessi principi di funzionamento. La differenza è di tipo quantitativo perché le energie psichiche attivate sono diverse. Il disturbo si manifesta con un sintomo che lo “segnala”; quando il soggetto ha preso piena consapevolezza delle cause del suo disturbo i sintomi spariscono.
I fattori causali possono essere ricondotti a “vissuti traumatici” del bambino; come ha vissuto delle esperienze infantili particolarmente significative. Alla base di ogni nevrosi c'è un conflitto psichico tra le pulsioni libidinali e le funzioni di controllo dell'Io. La nevrosi non è il risultato delle difficoltà che il soggetto incontra: è necessario che il conflitto sia stato interiorizzato; diviene uno scontro tra gli impulsi interni e l'Io. METODO: Freud utilizza esclusivamente il metodo clinico, costruisce progressivamente una teoria a partire dall'analisi dei casi seguiti. Dopo una breve esperienza con l'ipnosi venne a conoscenza che Breuer applicava con successo un nuovo metodo ai casi di isterismo. Questo metodo “catartico” consisteva nel far parlare il paziente, durante lo stato ipnotico, sulla comparsa dei sintomi. LE ASSOCIAZIONI LIBERE: Freud sviluppò gradualmente un metodo originale: le associazioni libere. L'ipotesi di partenza è che nella mente nulla avviene per caso e tutto cioè che il paziente riferisce, soprattutto quello che evita di affrontare, può essere collegato dal terapeuta. Questo metodo esige che il paziente esprima tutti i suoi pensieri, deve parlare senza limitazione. Accade però che vi sia un blocco improvviso: qui si avverte che c'è qualcosa che non va, qualcosa che è stato rimosso per evitarne il ricordo. L'INTERPRETAZIONE DEI SOGNI: “LiBro” Freud formulò la teoria per cui il sogno è l'espressione di un lavoro della mente che si applica a dei contenuti e che fu espressa nel testo “L'interpretazione dei sogni”. Qui vi sono due scoperte fondamentali. Gli eventi che compaiono nei sogni sono prodotti dal lavoro onirico, con lo scopo di fornire espressioni mascherate di desideri inconsci. Durante il sonno non c'è la censura, il sogno presenta come realizzati quei desideri inconsci scaricando la tensione. Il sogno viene definito come appagamento del desiderio. Ogni sogno ha un contenuto manifesto, quello che viene ricordato al risveglio, e un contenuto latente, nascosto, il vero significato del sogno. L'attività onirica funzionerebbe come un modello in miniatura di nevrosi. Esprimono entrambe impulsi inconsci che la parte conscia del soggetto