Lo sviluppo del sé

Appunto inviato da superlobo
/5

Lo sviluppo del sé,il sé autoriflettente,il confronto sociale,l'assunzione di ruolo. Appunti di psicologia sociale. (file .doc, 2 pag) (0 pagine formato doc)

Untitled Lo sviluppo del sé, il sé autoriflettente, il confronto sociale e l'assunzione di ruolo.
La gran parte degli psicologi sono convinti che la formazione dei concetti di sé avvenga in età precoce. Sono concordi su questo punto autori come Freud, Horney e Sullivan che, in particolare, afferma che un bambino formerebbe un senso di sé come "io buono" o di "io cattivo", a seconda che riceva o meno dalla madre latte e coccole. È, comunque, difficile confermare il punto di vista di tali psicologi, se pur la tecnica dello specchio ci può dare qualche informazione in più su come i bambini riconoscano se stessi. Invero sono in molti convinti che tali concetti non siano immutati, ma, che essendo legati ai rapporti che si hanno con gli altri, cambiando questi ultimi, cambino di conseguenza anche loro.
In particolare si individuano quattro processi responsabili dello sviluppo e cambiamento del concetto di sé. Il sé autoriflettente . Già Mead sottolineava come il concetto di sé di chiunque sia il riflesso delle opinioni che altri significativi hanno di noi, ovvero gli altri significativi sarebbero uno specchio in cui trovare una nostra definizione. Ma le persone possono selettivamente cercare questo specchio e, quindi, screditare chi ci valuta sfavorevolmente, invero, riporre fiducia verso chi ci valuta favorevolmente, con un rinforzo della nostra autostima. A volte non c'è bisogno di ricevere apprezzamenti direttamente, ma godiamo indirettamente delle lodi fatte a nostri amici o parenti, è questa l'esperienza detta del bearsi per gloria riflessa. Il confronto sociale . Ci si forma un'immagine di sé anche confrontandosi con gli altri, una valutazione che può cambiare a seconda della situazione e delle persone che ci troviamo di fronte. Se si ha la sensazione, per esempio, che gli altri siano superiori, ci sentiremo inferiori, mentre se stiamo con persone che sottostimiamo ci sentiremo di fronte a loro superiori. L'assunzione di ruolo. Ogni giorno ci troviamo in situazioni differenti e di fronte a persone diverse, rispetto a cui e alle quali, assumiamo degli atteggiamenti di circostanza, invero amichevoli e gentili, anche quando non sentiamo di esserlo. In questo caso siamo consapevoli di interpretare dei ruoli e questo può influenzare la formazione del concetto che abbiamo di noi stessi. Differenze sociali. L'immagine che abbiamo di noi stessi si forma anche in funzione di come ci distinguiamo dagli altri, così l'evidenza di un particolare distintivo, ci caratterizza .