Imprese mercantili

Appunto inviato da
/5

Sunto sulle imprese mercantili di economia aziendale ( 2 Pag - Formato Word ) (0 pagine formato doc)

Untitled 3.
LE IMPRESE MERCANTILI ALL'INGROSSO DEFINIZIONE Le imprese mercantili all'ingrosso si collocano in una posizione centrale della catena distributiva perché acquistano i beni dalle fonti originarie della produzione (aziende agricole, ittiche ed estrattive) o dalle imprese industriali per rivenderle a produttori, dettaglianti o altri grossisti, senza mai entrare in contatto con i consumatori finali. LE FUNZIONI Le imprese grossiste trasferiscono le merci nello spazio, trasferiscono le merci nel tempo, raggruppano piccole partite di merci, frazionano grandi partite di merci, immagazzinano e conservano le merci, collegano produzione e dettaglio, svolgono una funzione di finanziamento. Servizi da offrire ai fornitori e alla clientela: assistenza e consulenza alla clientela, garanzia commerciale, promozione delle vendite, CARATTERISTICHE STRUTTURALI La dimensione aziendale delle aziende grossiste è strettamente connessa alla posizione occupata all'interno dei circuiti distributivi.
La forma giuridica è legata all'aspetto dimensionale dell'impresa: al crescere della dimensione si passa dalle imprese individuali alle società di persone e infine alle società di capitali. La struttura del patrimonio è caratterizzata da una prevalenza dell'attivo circolante sulle immobilizzazioni. TIPOLOGIA DI IMPRESE GROSSISTE Le imprese grossiste che svolgono una funzione di intermediazione fra le fonti originarie della produzione e le aziende di produzione industriale hanno generalmente grandi dimensioni e operano in mercati spesso di tipo oligopolistico. Esse riforniscono di materie prime o semilavorate le imprese di produzione medio-piccole, che non dispongono di proprie reti di approvvigionamento. Le imprese grossiste che svolgono un'azione di intermediazione fra le imprese industriali o agricole e le imprese mercantili al dettaglio, e che pertanto operano nel mercato dei beni di consumo, rappresentano invece una realtà più variegata. Fenomeni che sono alla base della crisi del grossista tradizionale: affermazione dei prodotti di marca, tendenza delle aziende industriali a intervenire sempre più spesso nella commercializzazione attraverso proprie reti di vendita, sviluppo del grande dettaglio. ASSOCIAZIONISMO L'associazionismo consiste nella creazione di strutture organizzative che realizzano forme di collaborazione e integrazione tra vari operatori commerciali. Ne sono esempi: i gruppi di acquisto fra grossisti, i centri commerciali all'ingrosso, le unioni volontarie grossisti-dettaglianti. NUOVE TECNICHE DI VENDITA Le nuove tecniche di vendita consistono nell'applicazione della vendita a libero servizio, che è stata applicata nelle vendite al dettaglio. A seguito sono sorti: i cash and carry (paga in contanti e porta via), i gros-market (le ordinazioni sono effettuate attraverso supporti magnetici). 4. LE IMPRESE MERCANTILI AL DETTAGLIO Le imprese mercantili al dettaglio rappresentano l'ultimo anello della catena distributiva, cioè quello che si trova a s