Le carte geografiche

Appunto inviato da
/5

Spigazione sulla struttura e il metodo rappresentativo delle carte geografiche. (file .doc, 7 pag) (0 pagine formato doc)

Carta geografica Carta geografica Rappresentazione grafica di una sezione della superficie terrestre effettuata riproducendo su un piano (il piano della carta) gli elementi che la caratterizzano.
Questi elementi possono essere naturali (come fiumi, laghi, montagne, coste ecc.) o artificiali (come case, campi, strade, città ecc.), e vengono riprodotti attraverso simboli grafici (linee, colori ecc.). Caratteristica fondamentale di ogni rappresentazione cartografica è la scala, cioè la riduzione che subisce la superficie di territorio rappresentata nel passaggio dalla realtà alla carta. La riduzione definisce il tipo di carta, perché a seconda della scala è possibile rappresentare una superficie molto vasta, come un continente, o una superficie molto piccola, come un campo.
Si hanno così i vari tipi di carte: le carte geografiche, regionali e corografiche (che riproducono ampi tratti della superficie terrestre), le carte topografiche (che rappresentano piccole superfici e vengono chiamate anche mappe) e infine i planisferi, che rappresentano l'intera superficie terrestre. I tipi di carta variano anche a seconda degli oggetti che vengono fatti risaltare nella rappresentazione o, detto in altro modo, del tipo di informazioni che si intende fornire: una carta può privilegiare, ad esempio, la rete dei fiumi o altri elementi fisici, un'altra può dare importanza alle coltivazioni, agli insediamenti o alle strade. Ci sono carte generali, che forniscono le informazioni fondamentali, di carattere naturale e di carattere antropico, per conoscere un paese o un territorio, e carte più specificamente rivolte a rappresentare determinati fenomeni: sono, queste, le carte tematiche. La costruzione delle carte La costruzione di una carta comporta una serie complessa di operazioni. Fondamentale è il rilevamento della superficie terrestre considerata e la sua rappresentazione fedele per quanto riguarda la distanza dei punti che la identificano; altrettanto importante è il rilevamento dei singoli elementi che la caratterizzano, la loro classificazione in categorie e la loro collocazione gerarchica. I sistemi di rilevamento, rudimentali prima che si imponesse la cartografia moderna, si sono affinati a partire dalla seconda metà dell'Ottocento, con il perfezionamento della fotogrammetria e, successivamente, con l'imporsi della aerofotogrammetria, basata sul rilevamento dagli aerei. Oggi un notevole contributo è offerto al rilevamento cartografico dalle immagini da satellite (telerilevamento). Nel rilevamento si è ormai arrivati a precisioni estreme, praticamente senza apprezzabili margini di errore. Tipi di carte Carte topografiche Sono le carte per eccellenza, vengono utilizzate per rappresentare parti di territorio. Riportano gli elementi naturali e quelli introdotti artificialmente che hanno un valore culturale nel contesto della carta. A causa della varietà e della complessità delle informazioni che contengono, le carte topografiche sono solitamente utilizzate a scop