Mozart: vita e opere

Appunto inviato da falpa
/5

Mozart: ricerca sulla vita e opere del grande compositore austriaco (2 pagine formato doc)

MOZART: VITA E OPERE

Ricerca su Mozart.

Wolfgang Amadeus Mozart (Salisburgo 1756 - Vienna 1791), compositore austriaco. Studiò musica con il padre Leopold, maestro di cappella del principe arcivescovo di Salisburgo e celebre violinista compositore.
Un bambino prodigio. A sei anni Mozart era già in grado di esibirsi al clavicembalo, al violino, all'organo, suonando brani a prima vista o improvvisando. Nel 1762 Leopold portò il piccolo Wolfgang e sua sorella Nannerl di undici anni, anche lei bambina prodigio, in giro per le corti d'Europa.
Durante il viaggio, Wolfgang compose sonate per violino e clavicembalo (1763), una sinfonia (1764), un oratorio (1766), e l'opera buffa La finta semplice (1768). Nel 1769 Leopold e Wolfgang, che nel frattempo era stato nominato Konzertmeister dall'arcivescovo di Salisburgo, si misero in viaggio alla volta delle principali città italiane, allora capitali della musica, e soggiornarono a Venezia, Milano, Bologna, Roma e Napoli. A Milano, per il teatro La Scala, Mozart compose l'opera seria Mitridate re di Ponto, rappresentata nel 1770.

Wolfgang Amadeus Mozart: vita e opere

MOZART BIOGRAFIA BREVE

Nel 1772, morto l'arcivescovo di Salisburgo, gli succedette Hyeronimus Colleredo, poco interessato alla musica e ostile ai Mozart, che tuttavia concesse a Wolfgang di recarsi ancora in Italia, per assistere a Milano alla rappresentazione dell'opera Lucio Silla (1772). Da allora fino al 1777, a eccezione di brevi viaggi a Vienna dove prese lezioni da Haydn e si dedicò allo studio del contrappunto, Mozart restò quasi sempre a Salisburgo. Nel 1777, l'ambiente angusto della cittadina e i contrasti con l'arcivescovo Colloredo spinsero Mozart a dare le dimissioni da Konzertmeister e a partire per Monaco con la madre.
Un'esistenza difficile. Le corti europee non si mostrarono interessate al talento del giovane compositore; trasferitosi da Monaco a Mannheim, Mozart rimase colpito dalla modernità dell'orchestra di corte presso la quale credette di trovare l'apertura mentale di cui il suo genio aveva bisogno.

Ricerca su Mozart: vita e opere

MOZART OPERE FAMOSE

Ospitato dai coniugi Weber, s'innamorò della loro figlia Aloysia, giovane e promettente soprano. Informato della situazione, Leopold Mozart ordinò a sua moglie e al figlio di recarsi a Parigi. Qui l'accoglienza assai tiepida e l'improvvisa morte della madre nel luglio del 1778 spinsero Wolfgang, rassegnato a un posto di organista di corte e del duomo, a ritornare a Salisburgo, dove il musicista si dedicò alla composizione di sonate, sinfonie e concerti. L'inatteso successo dell'opera seria Idomeneo, re di Creta, rappresentata a Monaco il 29 gennaio 1781, convinse il giovane musicista a tentare la carriera di musicista a Vienna abbandonando definitivamente Salisburgo. In seguito a questa decisione, e a quella di sposare Costanza Weber, sorella minore di Aloysia, egli ruppe i rapporti con il padre. A Vienna, nel 1782 l'imperatore Giuseppe II commissionò a Mozart un'opera: il compositore scelse di scrivere un "singspiel", cioè un'opera in tedesco con dialoghi recitati; fu così che, su libretto di Gottlob Stephanie, vide la luce Il ratto dal serraglio.