New York

Appunto inviato da
/5

New York: la storia, la struttura urbana e la popolazione, i problemi urbanistici, gli aspetti urbani, le comunicazioni e il porto, la vita economica e culturale. (file.doc, 3 pag) (0 pagine formato doc)

Untitled New York New York, citt?egli Stati Uniti (New York), sulla costa atlantica (baia di New York), alla foce dell'Hudson.
Il centro urbano (787 km² circa di superficie) ha una popolazione di 7.346.350 ab.; la conurbazione della Grande New York, che si estende a ovest nel New Jersey, fino a comprendere numerosi centri, fra cui Newark, Elizabeth e Jersey City, e, a est di Brooklyn e di Queens, una parte di Long Island, ne conta 17.931.000. New York ?a citt?i?polosa e il pi?portante centro commerciale e finanziario degli Stati Uniti. Sede arcivescovile cattolica. Universit?Columbia, New York University e Fordham [cattolica]).
? Struttura urbana e popolazione New York ?uddivisa in cinque boroughs (Manhattan, Bronx, Queens, Brooklyn e Staten Island [gi?ichmond]), i cui limiti territoriali corrispondono rispettivamente a quelli delle contee di New York, Bronx, Queens, Kings e Richmond. Manhattan, il cuore della citt?occupa interamente l'isola omonima; Bronx, l'unico borough sulla terraferma, situato a NE di Manhattan, ?a questa separato mediante l'Harlem River, un piccolo corso d'acqua canalizzato che mette in comunicazione l'Hudson con l'East River; Queens, nell'estremit?ccidentale di Long Island (a est di Manhattan), si affaccia sull'East River; Brooklyn, nella parte sudoccidentale di Long Island, confina con Queens ed ?agnato dalla baia di New York; Staten Island, il borough pi?cidentale, occupa l'isola omonima ed ?eparato da Manhattan dall'Upper Bay. Il primo insediamento stabile nel territorio dell'attuale New York risale al 1626, anno in cui gli Olandesi fondarono nell'estremit?eridionale dell'isola di Manhattan il piccolo centro commerciale di Nuova Amsterdam. Seguirono gli insediamenti a Long Island (a Brooklyn e quasi contemporaneamente a Queens, 1635-1636), sulla terraferma (Bronx, 1639-1641) e infine a Staten Island (1661). Ma fu solo alla fine del XVIII sec., con la fondazione della camera di commercio (1768) e della Borsa (1792), che ebbe inizio lo sviluppo commerciale e finanziario di New York, ulteriormente facilitato dall'apertura nel 1827 dell'Erie Canal (il primo del grandioso sistema di canalizzazione noto con il nome di BargeCanal), che metteva in comunicazione la citt? il suo porto, attraverso l'Hudson e il Mohawk, con i Grandi laghi, e dall'avvento della ferrovia (New York-Harlem, 1832). Collegata in questo modo con gli immensi territori dell'interno, le cui risorse la colonizzazione andava via via scoprendo e valorizzando, New York divenne il punto d'arrivo di un sempre maggior numero di emigranti dall'Europa, travagliata da crisi politiche ed economiche. All'originario substrato etnico si sovrapposero Irlandesi (grande carestia del 1846-1848), Tedeschi, e, pi?rdi, Austriaci, Ungheresi, Slavi, Nordici, Italiani: la citt?che al tempo del primo insediamento a Manhattan contava meno di 200 abitanti e all'epoca della guerra d'Indipendenza 25.000 circa, nel 1850 superava i 500.000 e nel 1871 raggiungeva il milione di abitanti. P