Pallavolo

Appunto inviato da wolter
/5

Storia, caratteristiche del gioco, i fondamenti della pallavolo (formato word pg 6) (0 pagine formato doc)

Introduzione alla Pallavolo La pallavolo: Storia, regolamento e la sua utilità nella scuola     Storia La storia moderna di questo sport iniziò nel 1896 nel Massachusetts (Stati Uniti) grazie al professore di educazione fisica William Morgan, che inizialmente aveva pensato ad un esercizio di riscaldamento per i praticanti di altri sport.
Questa nuova pratica, però, non destò tanto interesse negli sportivi americani. Probabilmente venne considerato un gioco poco aggressivo, che usciva fuori dagli schemi della mentalità dell'epoca, in un'America dove lo sport maggiormente praticato era il rugby, sicuramente più aggressivo della pallavolo. Ci volle molto tempo prima che questa disciplina si affermasse in tutti gli States.
Solo durante il secondo conflitto mondiale, dopo lo sbarco in Normandia da parte delle truppe alleate, venne esportata la pallavolo nell'Europa, dove invece ebbe molto successo soprattutto nell'Europa dell'Est. Nel 1947 fu fondata la FIVB (Federazione Internazionale VolleyBall) con l'intento di uniformare le regole dei 19 paesi aderenti, tra cui anche l'Italia. Sempre in quell'anno nacque la FIPAV (Federazione Italiana Pallavolo), per diffondere questo sport all'interno del territorio nazionale. Nonostante tutto, la pallavolo non era ancora disciplina olimpica nel 1960, quando si disputarono le olimpiadi di Roma. Dovremo aspettare Tokio 1964 per vedere la sua affermazione a livello mondiale come sport di forte richiamo per il pubblico e i media. Da quel momento fino agli anni '80 vedremo come campioni del mondo i giocatori della Russia, che basavano il proprio metodo di gioco sulla compattezza della squadra, dove tutti i giocatori erano in grado di svolgere qualsiasi ruolo. Si pensò poi di specializzare gli atleti nel ruolo al quale erano più portati e, questa innovazione permise alla squadra americana di imporsi come campione del mondo incontrastata per ben dieci anni. Dal 1988 fino ai giorni nostri sarà l'Italia ad imporsi a livello mondiale grazie all'allenamento e alle tattiche di gioco dell'allenatore argentino Julio Velasco, scappato dalla sua patria essendo perseguitato politico. La formazione italiana ha conquistato quindi diversi titoli mondiali e 8 o 9 World League, e ha visto la progressiva affermazione della squadra femminile, che a Sidney 2000 ha conquistato per la prima volta il traguardo delle olimpiadi classificandosi al quinto posto.   Caratteristiche del gioco   Si può dire che la pallavolo è uno sport giocato da due squadre su un terreno di gioco diviso da una rete. Lo scopo è quello di inviare la palla sopra una rete affinché cada a terra nel campo opposto, e di evitare che ciò venga fatto dagli avversari. La squadra ha a disposizione tre tocchi per rinviare la palla (in aggiunta al tocco di muro). La palla è messa in gioco con un servizio: inviata con un colpo dal battitore sopra la rete verso gli avversari. L'azione continua fino a che la palla tocca il suolo, è inviata "fuori" o una squadra non la rinvia cor