Il Jazz

Appunto inviato da ladylove86
/5

Breve ricerca sulle origini del jazz. (file.doc, 3 pag) (0 pagine formato doc)

IL JAZZ IL JAZZ L'etimologia della parola jazz è sconosciuta, è dovuta al grande Dizzy Gillespielle che chiamava questo tipo di musica Jasi, che in un dialetto africano vuol dire “vivere ad un ritmo accelerato”.
Ma paradossalmente chi lo farà conoscere sarà l'Original Dixieland Band, un orchestra di musicisti bianchi a New Orleans, che incisero il primo disco nel 1917. Gli schiavi neri, deportati dall'Africa dal 1500 al 1865, si incontrarono con gli europei giunti a colonizzare le Americhe, e dall'incrocio di forze istintive di un popolo come gli africani e dell'idealismo occidentale nato dall'antica Grecia classica e dal mondo germanico fiorì una nuova forma culturale basata sulla creatività istintiva e sull'improvvisazione; vocale e strumentale. Nel sud degli Stati Uniti gli schiavi neri si mantennero legati alla loro musica e innanzitutto al canto; gli strumenti musicali portati dall'Africa, in particolare i tamburi, furono infatti confiscati in quanto i bianchi credevano che fossero usati per comunicare.
Le canzoni ,work songs ,le plantantion songs, avevano preso vita per vincere le condizioni di inferiorità al quale erano costretti e per non dimenticare la proprio identità delle quale gli avevano privati. La tradizione musicale africana era collegata ad avvenimenti della vita quotidiana agricola e pastorale e manifestazioni guerresche. La tradizione europea fornì l'impulso per attingere da altre forme musicali: la musicali classica, i canti religiosi, le canzoni folcloristiche, le musiche da ballo, le marce, le opere liriche , e infine gli strumenti musicali dal pianoforte agli strumenti a fiato. Tra le musiche sacre troviamo Oh Tannembaum, successivamente adattato a marcia in stile jazz con il titolo di Maryland, My Maryland . I negro spirituals nacquero dalle tradizioni religiose formatesi durante la schiavitù. La musica era corale, profondamente carica di emozione e spesso malinconica, di struttura poliritmica. I testi sono quasi sempre di argomento religioso: “Oh, when the saints, go marching in oh, when the saints, go marching in Oh Lord, I want to be in that number When the saints, go marching in” (Oh, quando i Santi entreranno/ marciando “nel tuo regno”, / Oh, Signore, anch'io voglio essere tra loro/ quando i santi entreranno) La religione fu fonte di forza comune , di speranza che in cielo tutti avrebbero avuto la libertà: che Dio avrebbe liberato dalla schiavitù il popolo nero. “Joshua fit the battle of Jerico,Jerico, Jerico, Joshua fit the battle of Jerico, and the wall came tumbling down” ( Giosuè combatté la battaglia di Gerico, Gerico, Gerico/ Giosuè combatté la battaglia di Gerico, e le mura crollano) Questo brano rievoca la presa di Gerico da parte di Giosuè e dell'esercito di Israele che secondo la leggenda bilblica col sol suono delle trombe ne fecero crollare le mura “I'm gonna lay down my shord and sheild, down by the riverside, down by the riverside, down by the river