Palestina: storia e geografia

Appunto inviato da majinb
/5

Riassunto della storia e del territorio palestinese (3 pagine formato doc)

DOVE SI TROVA LA PALESTINA

Palestina e la guerra arabo israeliana. Regione storica situata sulla costa orientale del mar Mediterraneo, in Medio Oriente, divisa nelle regioni di Cisgiordania e Transgiordania.
Territorio
Il territorio palestinese viene generalmente diviso in quattro zone parallele che sono, da ovest a est, la pianura costiera, le colline e le montagne di Galilea, Samaria e Giudea, la valle del fiume Giordano e l'altopiano orientale.

Nell'estremo sud si estende l'area desertica del Negev.
L'altezza varia dai 395 m sotto il livello del mare, sulle coste del mar Morto, ai 1020 m del monte Hebron. La regione presenta numerose pianure fertili tra le quali la piana di Sharon, lungo la costa settentrionale del Mediterraneo, e la piana di Esdraelon, a nord delle colline di Samaria. Il Giordano, l'unico fiume importante, scorre verso sud attraverso il lago di Tiberiade (l'unico grande lago della regione) e sfocia nel mar Morto.

Israele e Palestina: storia

PALESTINA STORIA

Storia. I primi abitanti della Palestina di cui si ha notizia furono i cananei che, durante il III millennio a.C., si organizzarono in città-stato, fra le quali Gerico. Svilupparono una forma di alfabeto dalla quale derivarono altre forme di scrittura e professarono una fede destinata a influenzare profondamente le religioni ebraica, cristiana e islamica.
Grazie alla sua posizione strategica al centro di rotte che collegavano tre continenti, la Palestina divenne non solo punto d'incontro di influenze culturali e religiose provenienti da Egitto, Siria, Mesopotamia e Asia Minore, ma anche un territorio ambito dagli imperi confinanti.
L'egemonia egiziana, iniziata nel terzo millennio a.C., e l'autonomia cananea furono costantemente minacciate nel corso del secondo millennio a.C. da invasori di etnie diverse quali gli amoriti, gli ittiti e gli urriti che, sconfitti dagli egizi, si integrarono ai cananei. Non appena il potere degli egizi iniziò a indebolirsi, dopo il XIV secolo a.C., apparvero nuovi invasori: gli ebrei, un gruppo di tribù semitiche della Mesopotamia, e i filistei (dai quali la regione prese il nome), un popolo egeo di razza indoeuropea.

Palestina: storia 

PALESTINA STORIA BREVE

Sembra che le popolazioni ebraiche siano emigrate nella regione secoli prima che Mosè liberasse la sua gente dalla schiavitù egiziana (1270 a.C. ca.) e che Giosuè conquistasse parte della Palestina (1230 a.C. ca.).
Verso il 1125 a.C. gli ebrei sconfissero i cananei ma la lotta contro i filistei, che avevano creato uno stato indipendente lungo la costa meridionale della Palestina, fu molto più ardua. La minaccia filistea spinse gli ebrei a unirsi per formare una monarchia: i nemici furono sconfitti da Davide, il grande re d'Israele, dopo il 1000 a.C.; egli creò un vasto stato indipendente la cui capitale era Gerusalemme. Durante il regno di Salomone, figlio di Davide, Israele ebbe un periodo di pace e prosperità che si interruppe con la morte del sovrano, nel 922 a.C.: il regno venne diviso in Israele a nord e Giudea a sud, indebolendosi. Israele divenne parte dell'Assiria tra il 722 e il 721 a.C., mentre il regno di Giudea fu conquistato nel 586 a.C. dai babilonesi che distrussero Gerusalemme e scacciarono la maggior parte degli ebrei che vi risiedevano.