La pena di morte

Appunto inviato da paolonoci
/5

Tema sulla pena di morte:comprende riflessioni personali e cenni ad esecuzioni di Stato.(formato word 2 pg) (0 pagine formato doc)

Anche tralasciando le statistiche e fatte tutte le debite proporzioni, basta leggere le cronache per rendersi conto che, terrorismo o no, pena di morte o no, il livello di criminalità urbana negli USA non ha paragoni in nessun paese dell'Europa occidenta Anche tralasciando le statistiche, basta leggere le cronache per rendersi conto che, terrorismo o no, pena di morte o no, il livello di criminalità urbana negli USA non ha paragoni in nessun paese dell'Europa occidentale, Italia compresa.
Già questo dovrebbe bastare a dimostrare l'inefficacia deterrente della PdM, se già la semplice logica non fosse più che sufficiente. Infatti Gli Stati Uniti d'America, la Nazione più avanzata e potente del mondo, sono l'unico Paese dell'Occidente ad applicare la pena di morte.
La pena capitale è stata reintrodotta negli USA nel 1976 da una famosa sentenza della Corte Suprema. Da quell' anno ben 38 dei 50 Stati dell'Unione l'hanno adottata, soprattutto quelli del Sud come Texas e Virginia. Ma oltre agli USA essa è ancora prevista ed applicata in numerosi Stati del Terzo Mondo ed in Paesi importanti come Cina, Giappone, alcuni paesi islamici .....i cui abitanti sembrano non condividere il proposito abolizionista degli europei e considerano la pena capitale una giusta punizione ed un argine alla dilagante criminalità, mentre molti governi la usano anche per fini repressivi o elettorali. La Cina è uno dei più accaniti sostenitori della pena capitale, ed ha sempre respinto le iniziative occidentali per le esecuzioni e una loro futura abolizione. In Asia orientale anche Stati occidentalizzati come Giappone, in cui i familiari del condannato sono avvertiti ad esecuzione avvenuta, Filippine e Singapore, spietata coi trafficanti di droga, applicano la pena di morte cosi' come i residui Stati comunisti del mondo: Vietnam, Cuba e Corea del Nord. Di solito è punito con la morte l'omicidio volontario e la condanna si esegue in vari modi: sedia elettrica, iniezione letale, impiccagione, fucilazione. Ogni anno la Cina esegue più condanne capitali del resto del mondo messo assieme, anche se il loro numero esatto è considerato "segreto di stato" e non si conosce. Scopo di queste condanne capitali è mostrare la durezza e la determinatezza del regime di fronte alla criminalità in vertiginoso aumento, ma soprattutto dissuadere ed intimidire la gente.La cosa che più inorridisce il mio animo è che qui si procede all'espianto degli organi dei condannati a morte prima della loro esecuzione. Tali organi sono poi usati per i trapianti o avviati sul mercato clandestino fino in Occidente. Il significato della pena di morte è un gesto liberatorio delle nostre paure, della paura che abbiamo, non solo del prossimo, ma anche di quel incontrollabile "animale" che è in noi e che sappiamo più o meno controllare con la ragione. Contro la pena di morte sono i pacifisti, le persone più miti e mature, quelli che sanno con la ragione dominare i propri istinti. Vedo, invece, nel mio piccolo, che per