L'Amleto

Appunto inviato da lucadj
/5

Analisi del testo dell'Amleto. (2 pagine, formato word) (0 pagine formato doc)

La trama di Amleto non è una creazione originale, perché ispirata all'autore forse da un'antica leggenda anglosassone, narrata AMLETO La trama di Amleto non è una creazione originale, perché ispirata all'autore forse da un'antica leggenda anglosassone, narrata nel XIII secolo da Saxo Grammaticus nella sua Historia Danica (Storia dei Danesi).
Amleto dedica la sua vita a vendicare la morte del padre, il re di Danimarca, assassinato dal fratello che ne ha usurpato il trono e sposato la moglie. Fingendosi pazzo per non destare sospetti, il principe consuma la sua vendetta attraverso una serie di intrighi e di colpi di scena; nel corso del duello finale uccide l'usurpatore, ma cade anch'egli mortalmente ferito. Molto è stato scritto sull'opera di Shakespeare: una buona metà riguarda certamente la tragedia di Amleto, immagine emblematica dell'uomo moderno, pieno di dubbi, incerto sulle continue, difficili decisioni che deve prendere.
L'autore analizza il personaggio, ne rivela le fragilità, i sogni, le paure, in modo così profondo da rendere partecipe delle scelte del principe chiunque assista alla sua tragedia: i suoi dubbi e le sue esitazioni trasformano il racconto di una vendetta in una questione morale. Anche il linguaggio shakespeariano riflette questa complessità, variando continuamente tono, dal lirismo della pazzia di Ofelia, ai giochi di parole e nonsense a spese di Rosencrantz e Guildenstern, allo scontro dialettico tra i personaggi. Il rapporto tormentato che lega Amleto a sua madre è uno degli aspetti fondamentali del carattere del protagonista, e, nel contempo, uno degli elementi che più hanno sollecitato l'attenzione degli interpreti e della critica. Alla luce della psicanalisi freudiana, le violente reazioni di Amleto di fronte al matrimonio della madre con il cognato di lei sono viste come una forma di gelosia edipica, dettata cioè da un'attrazione morbosa del figlio nei confronti della madre stessa. Si tratta di interpretazioni in parte giustificate dalla potenza con cui vengono rappresentati i sentimenti di Amleto e dall'ambigua sovrapposizione di amore filiale, turbamenti erotici, istinto di morte, ossessioni moralistiche, che ne segnano la personalità. Le incongruenze presenti nella tragedia, tra la figura principale e gli avvenimenti, sono particolarmente evidenti nel contrasto fra azione e monologo, eppure sia il protagonista che il dramma non sono di certo i semplici simboli di una semplice filosofia della storia. Shakespeare ha la grande capacità di trovare nella realtà un corrispondente alle tragedie teatrali, per cui è consapevolmente che sceglie di basare la storia di Amleto sul desiderio di vendetta, sollevandone solo per implicazioni la questione morale, ma caricandola così di un profondo significato universale. I contraddittori sentimenti di odio-amore che si agitano nell'animo del protagonista dimostrano una volta di più la maestria shakespeariana nel cogliere, con sconvolgente lucidità, i lati più oscuri e segreti dell