"Senilità"

Appunto inviato da aki11
/5

Analisi del romanzo di Italo Svevo. Descrizione e caratteristiche. (file.doc, 5 pag) (0 pagine formato doc)

Italo Svevo Italo Svevo Senilità .
Livello della narrazione: Note stilistiche: Senilità è il racconto dell'avventura amorosa che il trentenne Emilio Brentani vive tra le vie di Trieste.Sotto certi aspetti, può essere considerato un testo di formazione poiché il protagonista alla fine della narrazione porta con se una nuova esperienza che, pur vedendolo uscire per l'ennesima volta perdente, ha saputo anche cambiarlo. Inoltre si tratta di un opera lirica, di un viaggio all'interno dell'io che ha come centro l'uomo stesso e le sue debolezze. Nonostante ciò ritengo sia principalmente un romanzo di tipo psicologico in quanto predilige l'analisi caratteriale dei personaggi e il rapporto che intercorre tra essi. La scrittura diventa quindi uno strumento di conoscenza degli eventi e dei protagonisti, in chiave, però, psicologica.
Svevo sceglie per questo testo una focalizzazione interna,secondo la quale i fatti sono visti attraverso l'ottica di Emilio. Come proprio di questa focalizzazione vengono spesso utilizzati il discorso indiretto libero,il monologo interiore e il flusso di coscienza che porta alla superficie in modo immediato la sfera dell'inconscio, le idee del personaggio così come si presentano alla sua mente, senza cercare necessariamente un legame logico fra le cose narrate, ma raccontando per "associazione di idee", come avviene realmente nella nostra psiche Inoltre lo sguardo del narratore talvolta assume il punto di viste del Balli o di Amalia come in occasione della “visita dello scultore” all'inizio del capitolo 5°.L'autore, tuttavia non manca mai di far sentire la propria presenza ed il proprio giudizio. Infine è possibile notare come venga attuata una particolare scelta del lessico che tende a privilegiare termini abbastanza insoliti e ormai fuori uso. Cronotopo:è possibile affermare che il romanzo è compatto nello spazio e nel tempo;è ambientato nella Trieste di fine 800 anche se ciò non è mai esplicitamente espresso nel testo;essendo questa la città natale di Svevo, ci vengono riportati fedelmente parecchi luoghi caratteristici quali i nomi delle vie e delle piazze che fungono da scenario alla vicenda di Emilio e Angiolina. Nonostante la descrizione di ambienti fisici e sociali abbiano poco rilievo nell'economia del libro ma soprattutto nel suo contenuto, vi è una particolare cura nel descrivere gli spazi sia aperti che chiusi:mentre nei primi pone una speciale attenzione a coglierne ogni sfumatura, nei secondi viene riportato ogni minimo elemento. Ogni stanza viene descritta,assieme all'arredamento,i suoi colori e le caratteristiche curiose.La descrizione delle stanze e degli mobili infatti diviene un mezzo che lo scrittore usa per farci capire la condizione sociale dei personaggi a cui appartengono.Per quanto riguarda la collocazione della vicenda nel tempo posso affermare, attraverso gli innumerevoli riferimenti agli abbigliamenti dei protagonisti, ai colori ed alle descrizioni dei luoghi e dei paesaggi, che la durata