La globalizzazione

Appunto inviato da ladybimba
/5

Appunto sulle caratteristiche del fenomeno della globalizzazione. Che cos’è la globalizzazione; l'errore di fondo (voluto); possibili conseguenze future della globalizzazione; un'alternativa alla globalizzazione. (file.doc, 5 pag) (0 pagine formato doc)

QUALCHE RIFLESSIONE SULLA GLOBALIZZAZIONE QUALCHE RIFLESSIONE SULLA GLOBALIZZAZIONE Che cos'è la globalizzazione L'errore di fondo (voluto) Possibili conseguenze future della globalizzazione Un'alternativa alla globalizzazione Che cos'è la globalizzazione Globalizzazione: neologismo di origine inglese che indica la globalizzazione finanziaria, ossia l'esistenza di un mercato mondiale dei capitali.
In senso lato sottintende che le decisioni strategiche delle imprese multinazionali sono svincolate da una base territoriale, e sono giustificate da una strategia produttiva in funzione dei costi di produzione relativi nei diversi paesi e in vista di un prodotto da vendere nel maggior numero possibile di paesi. oi, in occasione dell'avvento del governo Prodi e in giustificazione degli enormi sacrifici richiesti alla popolazione per far rientrare l'Italia nei parametri di Maastricht, negli ultimi 4 anni si è ricorsi ad un vero e proprio lavaggio collettivo del cervello, magnificando ed esaltando i pregi ed i vantaggi che un'economia mondializzata avrebbe prodotto nel Paese.
Tutti erano convinti della necessità di aprire i mercati ( e chiudere le menti ) al nuovo corso dell'economia. Tutti erano a conoscenza dei presunti benefici……… La realtà è invece che solo oggi si cominciano a sperimentare praticamente gli effetti negativi della tanto decantata globalizzazione. La globalizzazione è l'estensione a livello planetario di un modello unico di economia, di un modello unico di pensiero, di un modello unico di cultura. Per capire che cos'è la mondializzazione, non cercherò di fare discorsi teorici e fumosi ( proprio come hanno fatto gli economisti, trainandosi al guinzaglio i vari politici ). Cercherò di presentare l'essenza vera della globalizzazione attraverso i suoi effetti più evidenti ed eclatanti. Più di tanti discorsi accademici, credo che i fatti spieghino semplicemente come le cose vanno, ed andranno in futuro. Gli esempi in campo economico si sprecano; balza all'occhio la conseguenza più eclatante di un tentativo di racchiudere in un unico modello economico realtà disomogenee e completamente diverse: la caduta dell'Euro. A tutt'oggi, Settembre 2000, l'Euro si è svalutato di circa il 27% rispetto al Dollaro, a poco meno di 2 anni dalla sua nascita. Nei confronti dello Yen la svalutazione è stata del 30% (questo tanto per zittire quelli che giustificano l'accaduto con l'eccezionale performance dell'economia americana). Conseguenza di questa svalutazione, è l'enorme aumento del petrolio e delle materie prime, che vengono pagate in dollari. In un periodo di stagnazione dei consumi e di flebile ripresa della produzione, l'Italia si trova così ad "importare" inflazione dall'estero (inflazione che è ben maggiore del dato ufficiale offerto in pasto al popolo-mediatico). Sconvolgente è la conseguenza sui magri bilanci familiari: a tutt'oggi, con l'approssimarsi dell'inverno, si calcola che la spesa per il riscaldamento delle abitazioni