Articolo di giornale su Gertrude

Appunto inviato da stivalli
/5

Esempio di articolo di giornale su Gertrude: un evento storico tratto da I promessi sposi di Alessandro Manzoni (1 pagine formato doc)

ARTICOLO DI GIORNALE SU GERTRUDE

Articolo di giornale: Mistero al convento di Monza (tratto da I promessi sposi di Alessandro Manzoni).

A una settimana dalla scomparsa di Suor Maria gli unici ad indagare siamo noi. Da una settimana ormai non si hanno più notizie della monaca misteriosamente scomparsa dal convento di Monza e le ricerche si sono già fermate…
Chissà, forse si vuole celare qualcosa, o più semplicemente la monaca in questione era una figura di modesta importanza, di cui si crede che non ci si debba interessare più di tanto.
Tra i cittadini a cui abbiamo chiesto un’opinione su questa vicenda ne troviamo molti sospettosi, propensi a credere che la monaca scomparsa fosse un personaggio scomodo per il convento, o comunque per qualcuno all’interno di esso.
Oggi abbiamo deciso di cercare delle risposte ai dubbi su questa sparizione e ci siamo recati al monastero dove la suora alloggiava sino a pochi giorni fa.

Esempio di articolo di giornale svolto

ARTICOLO DI GIORNALE SUI PROMESSI SPOSI

Le monache sembrano restie a parlare, dicono che << non è luogo per queste cose >> o che << non è il momento adatto >>; altre però involontariamente svelano la tensione, che loro stesse tendono a nascondersi a vicenda, riguardo questa faccenda sostenendo che <>
Notiamo una monaca, visibilmente irrequieta, che non riesce a celare la sua preoccupazione. Cerchiamo di avvicinarla, percepiamo sentimenti contrastanti che la scuotono.

È evidente che ha da dirci qualcosa e che non riesce più a trattenersi, ma si guarda intorno impaurita, come timorosa che qualcuno possa scoprirla e ci prega di farci trovare alle tre del pomeriggio nel parlatoio e di assicurarci che nessuno ci veda. Ci spiega che quella è l’ora della preghiera comune e nessuno si sarebbe accorto della sua assenza.
All’appuntamento arriviamo in anticipo, ma lei è già lì e pare da molto.
Innanzi tutto si presenta: è la compagna di dormitorio di Maria (per la prima volta veniamo a conoscenza del nome della monaca dileguatasi nel nulla).
Dice che, nella settimana precedente la sua scomparsa, l’aveva vista molto nervosa, come se stesse nascondendo qualcosa di gravoso, troppo gravoso perché lei potesse tenere ancora a lungo il segreto. Poi, con voce appena percettibile e tremante, ci confida di averla sentita discutere in toni aspri con Suor Gertrude il giorno prima della sua scomparsa, ma di non aver potuto udire cosa si dicessero.

Articolo di giornale sul rapimento di Lucia

ARTICOLO DI GIORNALE: ESEMPIO

Ci confida inoltre che non è stata l’unica a sentire quel litigio.
Lei è sicura che senza un vero e grave motivo non sarebbe fuggita a quel modo. Ci fa promettere di mantenere l’anonimato, ma ci prega di cercare di far chiarezza su questa faccenda.
Andiamo, quindi, a chiedere ad un’altra monaca conferma su questi sospetti. Ma lei, alterata, nega tutto e afferma che, nel convento, Gertrude ha una certa importanza e questo suscita invidie che hanno portato a queste false confessioni.