Aziende no-profit

Appunto inviato da
/5

Ricerca svolta sui caratteri dele aziende no-profit, patrimoni, aspetti economici, gestionali e contabili. (file.doc, 5 pag) (0 pagine formato doc)

Untitled LE AZIENDE NON-PROFIT Le aziende non-profit erogano servizi e prodotti per soddisfare direttamente i bisogni umani, soprattutto bisogni di carattere sanitario, assistenziale, educativo ecc.
Esse si distinguono in: Aziende di consumo: costituite per soddisfare i bisogni di coloro che ne fanno parte; Aziende composte: nelle quali l'attivit?i produzione di beni ?ffiancata dall'erogazione, cio?alla loro fornitura e distribuzione a favore di persone esterne al sistema aziendale che li impiegano per soddisfare direttamente i propri bisogni; Corporazioni: che traggono la loro base in una collettivit?i persone e traggono i mezzi per raggiungere i fini dell'ente dalle contribuzioni volontarie od obbligatorie degli associati; Fondazioni: traggono i mezzi per raggiungere i fini dell'ente prevalentemente dal patrimonio che ?lla base della loro esistenza. Aziende non-profit private: Aziende familiari: che soddisfano le esigenze dei componenti con i proventi derivanti dall'attivit?avorativa.
Le fondazioni e le associazioni dotate di personalit?iuridiche. Le associazioni non riconosciute come persone giuridiche. I comitati: sorti per iniziativa di uno o pi?omotori che accolgono fondi presso terzi e ne gestiscono per gli scopi previsti Aziende non-profit pubbliche: Le aziende degli enti territoriali: Stato, Province, Comuni, Citt? Le aziende degli enti istituzionali: INPS, INAIL. Tutte queste aziende possono essere definite Onlus ossia “Organizzazioni Non Lucrative di Utilit?ociale”. Per ottenere questa qualifica sono necessari alcuni requisiti espressamente indicati nell'atto costitutivo o almeno nello statuto. Tali requisiti sono: l'indicazione dell'esclusivo perseguimento di finalit?ociali; il divieto di svolgere attivit?iverse da quelle sopra specificate; il divieto di distribuire utili, riserve o capitali; l'obbligo di impiegare gli utili per attivit?stituzionali o per quelle ad esse connesse; l'obbligo di devolvere il patrimonio, all'atto dello scioglimento dell'ente ad altre Onlus Le aziende non-profit fondano la loro attivit?ul lavoro dei volontari. Questi sono coloro che offrono gratuitamente la propria disponibilit? svolgere le attivit?ell'organizzazione. Per lo svolgimento di tale lavoro ?ecessario garantire la completa gratuit?ella prestazione, l'assenza di subordinazione e la presenza in capo al volontario di sufficienti fonti di sostentamento. Inoltre ?mportante saper coordinare al meglio l'attivit?avorativa del volontario con quella del volontariato garantendo la massima disponibilit?er ogni evenienza. IL PATRIMONIO E L'ASPETTO ECONOMICO Come per tutte le altre imprese anche qui il patrimonio ?ostituita da due parti: L'attivo, che comprende: beni da reddito (terreni, fabbricati, titoli pubblici ecc.); crediti di finanziamento (mutui attivi); crediti di regolamento (crediti a breve termine); partecipazioni; beni di uso durevole (arredi, attrezzature, veicoli ecc.); beni di consumo immediato (cibi, bevande ecc.); disponibilit?i