Il Crystal Palace

Appunto inviato da delfinetta
/5

Breve storia delle esposizioni universali e del Crystal Palace. (file.doc, 2 pag) (0 pagine formato doc)

L'origine delle esposizioni universali possono essere fatte risalire alle fiere ed ai mercati, contrariamente però quest'ultim “IL CRYSTAL PALACE” L'origine delle esposizioni universali possono essere fatte risalire alle fiere ed ai mercati, contrariamente però quest'ultime offrivano merci in vendita diretta e non presentavano mezzi di produzione, tanto meno non avevano nessuna pretesa di presentazione a fini didattici ed espositivi.
Le prime esposizioni nazionali si hanno in Francia dopo la rivoluzione francese. Le nuove idee della rivoluzione aprivano la strada alle nuove figure borghesi che scalavano posizioni nella società. Nel 1791 erano state abolite le regole delle corporazioni che in Francia, contrariamente a ciò che era avvenuto in Inghilterra, avevano ostacolato lo sviluppo.
Inoltre la Francia aveva bisogno di un rilancio dell'attività produttiva e in questo clima la prima esposizione, dedicata ai prodotti dell'industria francese, si apre nel 1798. Aveva un significato propagandistico ben preciso, mostrare all'Europa e soprattutto all'Inghilterra le conquiste intellettuali e materiali di un popolo liberato dalla tirannia monarchica. Per incoraggiare gli espositori fu organizzato un sistema di premi. L'esposizione benché mal organizzata ebbe successo e ben undici esposizioni nazionali si tennero a Parigi tra il 1798 e il 1849 e gli espositori passarono da un centinaio a circa 4000. Parallelamente alle esposizioni nazionali di sviluppò la Société d'encuragement par l'industrie nationale che giocò un ruolo importante per l'incoraggiamento del progresso tecnico manifatturiero francese. Altre esposizioni nazionali furono organizzate a Berlino nel 1844. In Gran Bretagna l'idea dell'esposizione stentava ad attecchire perché non vedeva la necessità di esporre i propri manufatti. L'idea però a poco a poco entro nella mentalità di alcuni organizzatori. Contrariamente alla Francia, in cui le organizzazioni erano di iniziativa pubblica, nel 1851 in Gran Bretagna l'idea fu di origine privata. L'esposizione avrebbe dovuto rappresentare il mezzo per il raggiungimento di un migliore benessere. Il principe Alberto insieme agli organizzatori stabilirono in che modo l'esposizione doveva dividersi: ci sarebbero state quattro sezioni, una dedicata alle materie prime, una per le macchine, una per i prodotti manifatturieri ed infine alle belle arti. Il luogo scelto fu Hide Park e le difficoltà non furono poche. Nell'estate del 1850 venne scelto anche l'edificio che avrebbe ospitato l'esposizione. Il progetto del Crystal Palace in un primo momento suscitò alcuni critiche ma alla fine fu accettato. Il cantiere del Palazzo di cristallo era una novità per l'epoca, non soltanto per le soluzioni tecniche con cui era realizzato, completamente in metallo e vetro, ma esso permise di sperimentare nuove tecniche costruttive e nuove macchine per la costruzione dell'edificio. La Great Exhibition fu aperta dalle regina Vittoria il 1 maggio. 14.000 espositori e