Il decreto legislativo 626/94

Appunto inviato da turyfree
/5

Quadro generale, novità introdotte, redazione del piano di sicurezza, misure di sicurezza da adottare sui luoghi di lavoro, etc. (4 pg - formato word) (0 pagine formato doc)

DECRETO LEGISLATIVO 626/94 E DECRETO LEGISLATIVO 242/96 RIGUARDANTI IL MIGLIORAMENTO DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE DEI LAVORATORI SUL LUOGO DI LAVORO.
Il decreto legislativo 626/94 (quadro generale). Il Decreto Legislativo 19 settembre 1994, n.626, pubblicato sulla G.U.12 novembre 1994 è stato emanato in attuazione delle Direttive CEE e concerne il miglioramento della salute e della sicurezza dei lavoratori sul luogo di lavoro. I primi due articoli definiscono l'ambito di applicazione: le nuove norme si applicano in tutti i settori di attività pubblici e privati. per le Forze armate e di Polizia, la Protezione Civile, le strutture giudiziarie, penitenziarie, le Università e le scuole la nuova normativa si applica tenendo conto delle particolari esigenze del servizio espletato.
Le novità introdotte Le disposizioni emanate con i decreti legislativi suddetti hanno modificato lo scenario che era alla base di tutta l'attività di prevenzione: il ruolo del datore di lavoro è delineato con puntuali definizioni degli adempimenti che gli competono; è istituito un Servizio aziendale di prevenzione e protezione a cui sono attribuiti specifici compiti; è individuato un Responsabile del Servizio di prevenzione e protezione che affianca il datore di lavoro per la valutazione dei rischi nell'ambiente di lavoro; è sottolineato il ruolo del Medico competente ai fini della sorveglianza sanitaria; è prevista la figura del Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza; i lavoratori hanno il diritto di essere informati circa i rischi specifici che possono incontrare nello svolgimento dell'attività lavorativa; i lavoratori hanno il diritto di ricevere un'adeguata formazione; i lavoratori hanno il dovere di rispettare quanto stabilito dal datore di lavoro in materia di prevenzione dell'eventuale danno e protezione dall'eventuale insorgere dell'evento dannoso. Quali norme specifiche contengono i decreti? I decreti contengono norme specifiche in materia di utilizzo delle attrezzature di lavoro uso dei dispositivi di protezione individuale movimentazione manuale dei carichi lavoro ai videoterminali protezione da agenti cancerogeni protezione da agenti biologici. Cosa deve fare il datore di lavoro per migliorare le condizioni di lavoro ai fini della tutela della salute e della sicurezza? E' necessario che il datore di lavoro svolga un'accurata indagine per valutare in quali pericoli e in quali rischi possono imbattersi i lavoratori durante l'attività lavorativa; la normativa ha individuato quali sono gli adempimenti che devono essere attuati entro la data del 1° gennaio 1997. Adempimenti necessari: 1) LA DESIGNAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE DEI RISCHI; 2) LA NOMINA DEL MEDICO COMPETENTE; 3) LA DESIGNAZIONE DEGLI ADDETTI AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E DI PROTEZIONE, SQUADRA ANTINCENDIO, EVACUAZIONE E PRONTO SOCCORSO; 4) LA REDAZIONE DEL DOCUMENTO DI SICUREZZA . La redazione del piano di sicurezza Consiste in un piano per l'eliminazione o la ri