Ricerca sui disturbi del comportamento alimentare

Appunto inviato da pongo82
/5

Breve ricerca sui disturbi del comportamento alimentare, come l'anoressia, la bulimia e l'iperfagia (2 pagine formato doc)

RICERCA SUI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

I disturbi del comportamento ali­mentare.

Anoressia, bulimia e iperfagia sono disturbi del comportamento alimen­tare molto dif­fusi, con una forte incidenza anche nelle popolazioni giova­nili. Le diverse spiegazioni a questo riguardo fanno riferimento a livelli biologici, psicologici e sociali fra cui: fa­miglie conflittuali, forme di asso­ciazione incon­scia tra cibo e condizioni relazionali, modelli negativi di magrezza del corpo proposti dai media, sofferenza rispetto alla pro­pria identità corporea.
Studi recenti hanno anche messo in luce tra l'anoressia e alcuni elementi culturali, come ad esempio l'ascetismo religioso delle “sante anoressiche” medioevali o il consumismo alimentari dei modelli di vita contemporanei. In ogni caso anoressia mentale, bulimia e iperfagia (che non vanno confusi con compor­tamenti simili, come il rifiuto del cibo dovuto ad uno stato depressivo o il di­sordine alimentare in periodi di stress) sono un fenomeno in aumento, tipico solo della nostra società, che colpisce prevalentemente (con un rapporto di circa il 90% dei casi) sog­getti femminili in età giovane.

Disturbi del comportamento alimentare: tesina


DISTURBO DA ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA

Le interpretazioni cli­niche a questo ri­guardo sono molteplici, e vanno dall'individuazione di cause neurologi­che alla concezione “sistematica” della psicoterapeuta Mara Palaz­zoli Sel­lini, per la quale la terapia delle persone anoressiche va indirizzata an­zi­tutto alla famiglia e sul sistema di comunicazioni patologiche in essa pre­sente. Secondo lo psicanalista Gérard Apfeldorfer le persone con disturbi del comportamento alimentare sono “soggetti in posizione iperempatica”, con la tendenza a sovrastimare il rapporto con il mondo e a disconoscere sé stessi e i proprio corpo, che devono essere guidati a riconoscere la con­cretezza del proprio sé e la necessità del suo equilibrato controllo.

Tesina sui disturbi del comportamento alimentare


DISTURBI ALIMENTARI: ANORESSIA E BULIMIA

Anoressia nervosa o anoressia alimentare. Rifiuto di mantenere un peso uguale o superiore al peso minimo tenuto conto dell'età e dell'altezza. Paura intensa di acquistare peso o di diventare grassi, anche con un peso anormalmente basso. La forma e il peso del corpo sono avvertiti in modo anormale, il giudizio su sé stessi è indubbiamente influenzato dalla forma e dal peso del corpo , o esiste un diniego delle conseguenze del basso peso corporeo. Nelle donne puberi, amenorrea, cioè assenza di mestruazioni per almeno tre cicli consecutivi. Si distinguono tre tipi di Anorexia nervosa: la persona presenta iperfagie incontrollate accompagnate da comportamenti compensatori per prevenire l'acquisto di peso, come il vomito provocato, l'assunzione abusiva di lassativi o diuretici (tipo bulimia/vomiti).