Emilia Romagna

Appunto inviato da greensheep
/5

Una ricerca sulla regione dell'emilia Romagna: territorio, clima, agricoltura, storia... (file.doc, 7 pag) (0 pagine formato doc)

Emilia-Romagna Regione amministrativa dell'Italia settentrionale; si affaccia a est sul mare Adriatico e confina a ovest con i Emilia-Romagna Regione amministrativa dell'Italia settentrionale; si affaccia a est sul mare Adriatico e confina a ovest con il Piemonte e la Liguria, a nord con la Lombardia e con il Veneto, a sud con la Toscana, le Marche e la Repubblica di San Marino.
È ripartita nelle province di Bologna, Ferrara, Forlì, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini; il capoluogo regionale è Bologna. La doppia denominazione di Emilia-Romagna evidenzia l'esistenza di due entità territoriali distinte, che gli eventi storici hanno separato per secoli; tuttavia (a differenza delle altre regioni italiane con doppia denominazione, cioè il Trentino-Alto Adige e il Friuli-Venezia Giulia) la regione ha caratteristiche unitarie. L'Emilia deriva il suo nome dall'antica strada romana, la via Emilia appunto, realizzata nel II secolo a.C.
dal console Marco Emilio Lepido, che collegava e collega tuttora Rimini (l'antica Ariminum) con Piacenza (Placentia), cioè l'Adriatico con la Pianura Padana; essa mette inoltre in comunicazione Forlì, Bologna, Modena, Reggio Emilia e Parma, complessivamente ben sette degli odierni nove capoluoghi di provincia, e sin dall'antichità è sempre stata una delle più importanti arterie stradali d'Italia. Anche la sezione regionale affacciata sull'Adriatico, cioè la Romagna (che comprende le province di Ravenna e Rimini), deriva il suo nome dall'epoca romana. L'Emilia-Romagna si estende per 22.124 km2 e conta una popolazione di 3.920.815 abitanti (1995); è tra le più vaste regioni d'Italia, ma ha una densità di popolazione (177 abitanti per km2) leggermente inferiore alla media nazionale, che è di 190. I confini fisici della regione sono ben delineati: a sud sono rappresentati dai rilievi dell'Appennino tosco-emiliano e da una sezione di quello ligure, a est dal mare Adriatico, a nord in larga parte dal corso medio e inferiore del fiume Po. Il territorio Paragonabile a un vasto triangolo compreso tra Appennini, Po e mare Adriatico, l'Emilia-Romagna ha una struttura morfologica piuttosto semplice. Tratto caratteristico della morfologia regionale è il trapasso da una zona altimetrica all'altra, che raramente assume aspri contrasti: il paesaggio ha quasi ovunque forme morbide e dolci. Il 48% del territorio è occupato da una vasta sezione della Pianura Padana; la restante superficie comprende, in parti quasi eguali, una fascia montuosa e una collinare. All'estremità occidentale la regione occupa solo un breve settore dell'Appennino ligure, incuneato, con alcuni massicci che superano i 1700 m di quota (monti Lesima, Penna, Maggiorasca), tra Lombardia, Piemonte e Liguria, con i quali è condiviso; esso termina per convenzione al passo della Cisa (1041 m), attivissima via di comunicazione percorsa dalla strada e dall'autostrada Parma-La Spezia. Appartiene invece alla regione quasi tutto il versante settentrionale dell'A