La faglia di Sant'Anrdea

Appunto inviato da gigi84
/5

Ricerca sulla faglia di Sant'Andrea in California con annesse foto. (4 pagine, formato word) (0 pagine formato doc)

Faglia di Sant' Andrea in California Faglia di Sant' Andrea in California Raffigurazione satellitare della faglia di S.
Andrea Lavoro di Silvia Creazzo III media B Mastai La faglia com'è attualmente Tra 5 milioni di anni Tra 20 milioni di anni Tra 50 milioni di anni La faglia di Sant'Andrea è dovuta allo scorrimento lungo il continente Americano di due zolle crostali che si allontanano tra loro. Trema Los Angeles. Paura del «Big One» Giampaolo Pioli NEW YORK _ Una scossa violentissima alle 2,46 del mattino. Los Angeles vibra paurosamente per lunghissimi secondi, la gente urla nei letti poi si lancia nelle strade in pigiama, al buio. E' facile pensare al peggio.
Un treno deraglia con 155 passeggeri a bordo sulle rotaie del vicino deserto di Mojave, ma i vagoni rimangono miracolosamente in piedi. A Las Vegas, dove la gente ancora gioca sobbalzano anche i tavoli delle roulettes e si spengono le slot machines. Tremano le pareti anche degli hotel grattacielo. Sembra il terremoto di fine millennio. I sismografi registrano una scossa di forza 7.0 nella scala Richter. E' molto più forte di quella che colpì nel 1994 Northridge causando la morte di 72 persone e 40 miliardi di dollari di danni. La gente ha paura ma non ci sono vittime, solo qualche ferito e molti danni ancora in via di accertamento. Crollano gli scaffali nei supermercati di Malibù e nel centro della città. Quasi 80.000 case restano immediatamente senza energia elettrica, saltano le condutture idriche di interi quartieri, vaste aree rimangono telefonicamente isolate, e a Palm Spring divampano alcuni incendi che però verranno domati in fretta. Il piano d'emergenza è scattato immediato. La polizia di Los Angeles e le squadre di soccorso hanno attivato le procedure d'allarme per le quali si addestrano ormai da anni. Solo quattro feriti e qualche ricovero in ospedale sarà il bilancio di metà giornata. Per la California è un risveglio tragico ma fortunatamente senza lutti. Ha fatto più morti l'uragano Irene in Florida che ha lasciato già 8 vittime sul terreno. Niente a che vedere con le tragiche scosse della Turchia e della Grecia che hanno seppellito in gigantesche fosse comuni interi centri abitati da migliaia di persone. L'epicentro del sisma è a Joshua Tree una zona desertica a 160 chilometri a Est di Los Angeles. Se la scossa di 7.0 gradi della Richter fosse partita solo dalla periferia della città i cadaveri si sarebbero contati a decine anche sulla costa del Pacifico. La popolazione da queste parti convive con la remota paura del «Big One», la mette nel conto se decide di stabilirsi non lontano dall'oceano e sui grandi valloni panoramici proprio a ridosso della Faglia di St. Andrea. Il terremoto fa parte della cultura californiana, ne alimenta fatalismo e mito. E' stata una lunga notte di paura perché la terra ha continuato a tremare anche dopo le luci dell'alba. Nel parco di Disney a Sud di L.A. più di 200 ospiti di un albergo sono stati fatti evacuare in fretta in un vicino rifugio perc