Fibre tessili

Appunto inviato da argibaldo
/5

Relazione sulle fibre tessili, naturali e artificiali. (file.doc, 6 pag) (0 pagine formato doc)

FIBRE TESSILI FIBRE TESSILI I prodotti tessili quali filati, tessuti, cordami, e altri manufatti sono ottenuti da sostanze presenti in natura, o prodotti dall'uomo, che prendono il nome di fibre tessili.
Queste sostanze di aspetto filamentoso per le loro caratteristiche di resistenza, elasticità e flessibilità si prestano per essere trasformate in filati o tessuti. Tra le fibre tessili ci sono anche i materiali a fibra corta, che pur non essendo filati, vengono feltrati, cioè attaccati tra di loro a formare uno strato di un certo spessore simili al tessuto feltro; il loro uso è per cordami, stuoie e tappeti. CLASSIFICAZIONE DELLE FIBRE TESSILI NATURALI: Animali Proteiche: da bulbo pilifero, lana, peli di capre, cammello ecc.… Vegetali cellulosiche : seminali da frutti, cotone, liberiane ( della corteccia ), lino, canapa, juta .
Fibre dure ( dalle foglie e dagli steli) sisal, sparto. Fibre setolose ( da piante varie) cocco, arafia. Minerali inorganiche: amianto (filamenti metallici e metallizzati ), vetro tessile. TECNOFIBRE (fatte dall'uomo): Artificiali cellulosiche: raion, viscosa, triacetato (cellulosa del legno). Sintetiche poliammitiche: nailon, Poliestere, terital, poliacriliche, eacril, drairon. I prodotti tessili quali filati, tessuti, cordami, e altri manufatti sono ottenuti da sostanze presenti in natura, o prodotti dall'uomo, che prendono il nome di fibre tessili. Queste sostanze di aspetto filamentoso per le loro caratteristiche di resistenza, elasticità e flessibilità si prestano per essere trasformate in filati o tessuti. Tra le fibre tessili ci sono anche i materiali a fibra corta, che pur non essendo filati, vengono feltrati, cioè attaccati tra di loro a formare uno strato di un certo spessore simili al tessuto feltro; il loro uso è per cordami, stuoie e tappeti. LE FIBRE TESSILI ANIMALI LA LANA La lana viene ricavata da peli che costituiscono il vello degli ovini, caprini, poridi, cammelidi. I peli, di diametro e di lunghezza variabili, sono formati da una proteina solforata, la Cheratina, e da grassi animali che purificati, prendono il nome di landina. La lana di tipo migliore viene prodotta da diversi tipi di pecore che sono: pecore da lana, la merinos ( originare dell'Africa, sono allevate in Spagna e Gran Bretagna e adesso in tutto il mondo), Cheviot, Shetland, Mohair. In Italia le razze più diffuse sono la Vallese, la Padovana, la Vissana, la Sopravvissana. La quantità della lana varia a seconda dalla razza dell'animale, la provenienza, l'alimentazione, la parte del corpo da cui proviene (la lana migliore è quella della schiena), la lunghezza, la finezza, la lucentezza. Tra gli stati dove l'industria laniera ha assunto importanza rilevante ricordiamo il Giappone, la Gran Bretagna, la Francia, gli U.S.A., e la Germania. PROPIETA' E CARATTERISTICHE DELLA LANA La lana ha scarsa tenacità, ma possiede altre caratteristiche eccezionali quali: Elevata elasticità. Morbidezza. Capacità di assorbire l'umidità fino al 30% e di