Le fondazioni

Appunto inviato da tally
/5

Le prove dirette, gli scavi di sbancamento e di fondazione, la tecnica delle fondazioni, le fondazioni continue ordinarie . ( 8 pag - formato word ) (0 pagine formato doc)

Le fondazioni LE FONDAZIONI Le fondazioni hanno la funzione di trasmettere al terreno il peso della struttura e delle altre forze esterne.
I problemi inerenti alle fondazioni sono: - la determinazione delle capacità meccaniche dei vari tipi di suolo; - il progetto e la verifica della struttura della fondazione. Le forze sono variabili a seconda dei carichi, infatti i carichi si possono diminuire o essere maggiori. Prima di costruire le fondazioni bisogna tenere conto che il terreno non è omogeneo e che deve assorbire i carichi e reagire con una forza uguale e contraria. Per grandi costruzioni si ritiene indispensabile una buona conoscenza dei terreni interessati e si incarica un geologo per l'analisi del terreo con vari campioni; Per piccole costruzioni non è possibile, economicamente, fare un indagine specialistica, ma si fanno indagini dirette in diversi punti o si prende esempio da costruzioni vicine.
Le prove dirette Le determinazione della portanza del terreno si può eseguire in due modi: - con carico statico costituito da zavorra, in cui basta disporre di carichi pesanti (blocchi di pietra o calcestruzzo) che verranno applicati gradualmente su un tavolato a contatto con il terreno da provare; - con carico statico provocato da martinetti idraulici, in cui il carico si provoca con un martinetto idraulico posto fra la piastra di pressione e la zavorra. Dal grafico di pag. 130 può notare che la linea ha un andamento quasi rettilineo, e ciò vuol dire che i cedimenti sono quasi proporzionali ai carichi. Per avere il carico di sicurezza del terreno in quel punto, bisogna dividere il carico unitario per un coefficiente di sicurezza, che si può assumere pari a 2 per terreni molto compatti e pari a 3 ÷ 4 per terreni meno coerenti. Gli scavi di sbancamento e di fondazione Prima di iniziare una costruzione è necessaria la preparazione del terreno stesso, che consiste in lavori di: asportazione dello strato di humus vegetale; demolizione ed asportazione di eventuali muretti; spostamento di linee elettriche aeree ed interrate; spianamento secondo i piani quotati previsti dal progetto. Una volta ottenuti sul terreno i piani alle quote progettuali, si potrà dare il via alla costruzione riportando sul terreno la forma delle strutture di fondazione previste dai disegni. Questa operazione detta di tracciamento consiste nel disporre sul terreno dei picchetti, le caprette di legno o i piastrini in mattoni. I picchetti di riferimento devono essere posti al di fuori della zona interessata degli scavi e le dimensioni delle strutture e le relative quote si ottengono per intersezione di allineamenti individuati da fili di ferro tesi fra i due riferimenti e riportate poi con fili a piombo. Una volta riportato sul terreno il disegno della fondazione, si procede al relativo scavo, che può essere eseguito a macchina, con l'escavatore o a mano nei punti dove risulta impossibile la manovra della macchina. Lo scavo eseguito accuratamente sulla base dei disegni esecutivi p