L'illuminismo e la Borghesia

Appunto inviato da cibe
/5

L’illuminismo non nasce nel vuoto, sorge nell’ambito di determinate circostanze storiche, innestandosi su alcune linee di sviluppo della società e della cultura moderna. . (file. doc, 1 pag) (0 pagine formato doc)

IL LEGAME DELL'ILLUMINISMO CON LA CIVILTA' BORGHESE
L'illuminismo non nasce nel vuoto, sorge nell'ambito di determinate circostanze storiche, innestandosi su alcune linee di sviluppo della società e della cultura moderna.

L'illuminismo si configura come l'espressione teorica e l'arma intellettuale del processo di avanzamento della borghesia settecentesca. Rispetto all'età precedente le tendenze economiche e sociali del periodo non mutano: sono ancora segnate dallo sviluppo demografico ed economico e dalla progressiva affermazione della borghesia.

Nascita della figura del mercante durante il Medioevo

In campo sociale, la borghesia arriva al potere attraverso due rivoluzioni, quella americana e quella francese. In questo periodo in tutta Europa, il ceto intellettuale svolge un'azione unitaria ed efficace volta a trasformare la situazione politica e sociale secondo criteri suggeriti dalla libera ragione, e cioè da uno spregiudicato atteggiamento critico.

> ( D'Alembert ). La relazione fra ceto intellettuale illuminista e borghesia è ancora controversa. Tuttavia appare molto stimolante la proposta avanzata da uno studioso strutturalista e marxista, Lucine Goldmann, che cerca di individuare la corrispondenza fra struttura ideologica e struttura economica in epoche determinate. Secondo Goldmann, i principi ideologici dell'illuminismo corrispondono alle esigenze del libero scambio e del contratto commerciale. Le merci possono essere scambiate, vendute e acquistate solo se coloro che stabiliscono tra loro il contratto di scambio sono liberi ed uguali di fronte alla legge, a prescindere dalla loro religione e dalla loro nazionalità. La borghesia rappresenta infatti la classe “ portatrice di progresso “, ossia la forza sociale che appare desiderosa di sottomettere a sé la natura e la società, rompendo con il passato e le sue consuetudini. Questo legame fra illuminismo e Borghesia è confermato dall'estrazione di classe dei suoi rappresentanti per lo più borghesi. L'illuminismo si rispecchia nelle figure del filosofo e del mercante, che talora riunisce nella figura del mercante - filosofo, esplicitando così la sua tendenza a teorizzare modelli e valori di tipo borghese.