Legge di guerra (diritti e doveri del soldato)

Appunto inviato da thepilot
/5

Le norme che sono state elaborate fin dal diciannovesimo secolo si riassumono in 15 regole. "Se la guerra può essere definita un omicidio legalizzato, le leggi di guerra sono un tentativo di limitare questo omicidio. (file .doc, 2 pag) (0 pagine formato doc)

La legge di guerra La legge di guerra Quindici regole Le norme che sono state elaborate fin dal diciannovesimo secolo si riassumono in 15 regole.
UN SOLDATO DEVE: Rispettare la disciplina militare e le leggi di guerra, create per la sua stessa protezione e per ridurre sofferenze inutili. Rispettare i simboli protettivi dei servizi medici e la bandiera bianca che rappresenta la tregua. Se ad esempio, durante un attacco, utilizzate dei barellieri per trasportare munizioni all'andata e feriti al ritorno, non potete farlo indossando il simbolo della Croce Rossa. Non avanzate per accettare la resa se vedete una bandiera bianca: aspettate che siano loro a raggungervi.
Nella confusione della battaglia può darsi che non tutti abbiano visto la bandiera bianca e che qualche nemico spari su di voi. Trattare in modo umano tutte le persone che cadono nelle sue mani e proteggerle dai pericoli della guerra. Ciò significa permettere ai prigionieri di guerra di tenere i loro elmetti e il corredo NBC: può succedere che si trovino sotto vento nel caso di un attacco con armi chimiche, o che siano bombardati dai loro caccia mentre vengono trasferiti nelle retrovie. Raccogliere e curare i feriti, nemici inclusi. Questo può andare a vostro vantaggio: un nemico trattato in modo umano sarà più disposto a parlare con chi l'ha catturato. Fotografie illustranti prigionieri che ricevono cure mediche fanno sembrare giusta la vostra causa e possono spingere altri nemici ad arrendersi. UN SOLDATO NON DEVE: provocare danni e feriti di quanto sia effettivamente necessario alla sua missione militare. Se distruggete una città con attacchi aerei e di artiglieria, non troverete l'appoggio della popolazione, anche se la state liberando. Strade piene di rottami e crateri di bombe rallenteranno i vostri movimenti. Impadronirsi di oggetti del nemico per proprio uso personale. La storia è piena di soldati delle retrovie che hanno preso attrezzature nemiche per mostrarle o barattarle, nonostante fossero stati i soldati di prima linea a catturare i nemici. Alcune attrezzature nemiche in oltre possono fornire informazioni importanti agli esperti, quindi tenerle (o, peggio ancora, distruggerle) può ridurne l'utilità. Usare veleno o modificare le proprie armi o munizioni così da causare più ferite o danni. E' molto difficile, in quanto molte delle moderne armi anti-uomo non possono essere definite umane. La regola vale più per i soldati che modificano le loro munizioni per far sì che la pallottola si dilati quando colpisce il bersaglio. Per quanto riguarda il veleno, non si intendono solo sofisticati prodotti chimici, ma anche qualsiasi sostanza velenosa che venga messa nell'acqua o nelle provviste. UN SOLDATO NON DEVE ATTACCARE: I civili che non sono coinvolti nel combattimento. Essi potrebbero essere neutrali e un attacco li trasformerebbe in reclute partigiane oppure, se parteggiavano per voi, perdereste dei buoni amici. Ma se i civili sono armati e indossano uniformi o insegne dei partigi