Le leguminose: caratteristiche, proprietà e lavorazioni

Appunto inviato da djcharly
/5

Ricerca sulle piante leguminose: caratteristiche, proprietà e lavorazioni (1 pagine formato doc)

LEGUMINOSE: CARATTERISTICHE

Leguminose.

Denominazione comune di un vasto gruppo di piante, comprendente circa 18.000 specie che costituiscono l'ordine delle fabali.
Le leguminose, diffuse un po' in tutto il mondo e soprattutto nelle regioni tropicali e subtropicali, hanno caratteri molto differenti, sia dal punto di vista vegetativo, sia da quello fiorifero. Nella maggior parte dei casi sono piante legnose e perenni, anche se non sono rare le specie erbacee o acquatiche. Il tratto più distintivo del gruppo è costituito dal frutto, rappresentato da un legume a singola camera, che una volta giunto a maturazione può aprirsi in due valve lungo giunture, sulle quali si trovano attaccati i semi.

Trifoglio: caratteristiche e varietà

Le diverse specie possono presentare frutti indeiscenti, che non si aprono spontaneamente (come quelli delle arachidi, che maturano sotto terra), o deiscenti, che una volta giunti a maturazione si aprono per rilasciare i semi (come quelli delle ginestre o del lupino). I legumi possono avere una lunghezza variabile da pochi millimetri a più di 30 cm, contenere uno o più semi e avere una colorazione più o meno vivace.

Inquinamento del suolo: cause e rimedi

LEGUMINOSE: CARATTERISTICHE BOTANICHE

Le varie specie presentano fiori con caratteristiche anche molto diverse, unificati tuttavia da alcuni caratteri comuni: la corolla è costituita da cinque elementi, uno superiore molto sviluppato (vessillo), due laterali (ali) e due inferiori fusi insieme in un tubo (carena) contenente 10 stami.

Erba medica: proprietà, coltivazione e come assumerla

Molte specie ospitano nelle loro radici alcuni tipi di batteri in grado di fissare l'azoto e di trasformarlo in sostanze assimilabili dalle piante.

In virtù di questa caratteristica le leguminose vengono spesso utilizzate per arricchire di azoto il suolo dei terreni agricoli.

Ciclo dell'azoto: spiegazione

QUALI SONO LE PIANTE LEGUMINOSE

Dal punto di vista tassonomico le leguminose sono suddivise in tre famiglie. La famiglia delle papilionacee è composta da circa 12.000 specie perlopiù erbacee, caratterizzate da foglie semplici e fiori molto irregolari; tra di esse si annoverano le diverse varietà di piselli, fagioli, arachidi, soia, trifoglio, erba medica, ginestra e robinia.

Anatomia delle piante

Le mimosacee comprendono circa 3000 specie arboree e arbustive, caratterizzate da foglie bicomposte e fiori regolari, simili a palloncini (vedi Mimosa e Acacia).

Piante ornamentali: elenco e caratteristiche

Le cesalpiniacee sono costituite da circa 3000 specie prevalentemente legnose, caratterizzate da foglie composte pennate e da fiori più o meno irregolari; tra queste si ricordano il carrubo, l'albero di giuda, il maggiociondolo e il tamarindo.
Classificazione scientifica: Le leguminose appartengono all'ordine delle fabali e sono suddivise in tre famiglie: le papilionacee, le mimosacee e le cesalpiniacee.

Economia e politica agraria, appunti