Microscopio ottico

Appunto inviato da
/5

Inroduzione all'utilizzo e spiegazione della struttura interna del microscopio ottico (file.doc, n.pagone 1) (0 pagine formato doc)

IL MICROSCOPIO OTTICO IL MICROSCOPIO OTTICO UN MICROSCOPIO COMPIE DUE IMPORTANTI OPERAZIONI: L'INGRANDIMENTO DI OGGETTI INVISIBILI AD OCCHIO NUDO.
PERMETTE DI VEDERE SEPARATI DUE OGGETTI CHE AI NOSTRI OCCHI APPAIONO INDISTINTI E QUINDI AUMENTA IL POTERE RISOLUTIVO. IL POTERE RISOLUTIVO E' LA CAPACITA' DI VEDERE SEPARATI DUE PUNTI VICINI O DUE LINEE SOTTILI. IL POTERE RISOLUTIVO DELL'OCCHIO UMANO E' DI 75-100 MICRON (1 MICRON=1/1000 DI MILLIMETRO E 1 MICRON=1/1000000 DI METRO). ESISTONO DIVERSI TIPI DI MICROSCOPI CHE UTILIZZANO DIVERSI TIPI DI RADIAZIONI PER RENDERE VISIBILI GLI OGGETTI INVISIBILI ALL'OCCHIO UMANO:IL POTERE RISOLUTIVO DI UN MICROSCOPIO CORRISPONDE A CIRCA LA META' DELLA LUNGHEZZA D'ONDA UTILIZZATA. IL MICROSCOPIO OTTICO UTILIZZA LO SPETTRO DELLA LUCE NEL VISIBILE (450-600 MILLIMICRON) OTTENENDO UN INGRANDIMENTO DI UN MIGLIAIO DI VOLTE CON UN POTERE RISOLUTIVO DI 0,2 MICRON.
IL MICROSCOPIO OTTICO SI DIVIDE IN DUE PARTI: 1PARTE MECCANICA (STATIVO) SOSTEGNO A PIEDE TAVOLINO PORTAOGGETTI (SCALE GRADUATE) TUBO PORTALENTI (VITE MACROMETRICA,VITE MICROMETRICA, OCULARE, REVOLVER, OBIETTIVI A SECCO E A IMMERSIONE) 2 PARTE OTTICA APPARATO DI ILLUMINAZIONE (LAMPADA, CONDENSATORE, DIAFRAMMA) SISTEMA OTTICO (OCULARE E OBIETTIVI)