Mondializzazione

Appunto inviato da sklero
/5

Ricerca sulla mondializzazione(Documento Word 1 pagina) (0 pagine formato doc)

Mondializzazione Mondializzazione Indica la situazione nella quale un'impresa determina la sua localizzazione, i suoi approvvigionamenti, il suo finanziamento, i suoi circuiti di commercializzazione, le sue assunzioni o addirittura i suoi mercati su scala mondiale, comparando i costi e i benefici che le procurano ognuna delle possibili soluzioni nazionali.
In senso lato indica la struttura globale di interdipendenza e di interpenetrazione delle economie nazionali. La mondializzazione introduce un importante cambiamento, quasi una rottura, nei processi di internazionalizzazione all'opera da diversi decenni. L'internazionalizzazione infatti implica solo un'intensificazione degli scambi internazionali, quindi dei fenomeni di specializzazione da una paese all'altro.
La mondializzazione implica una «ottimizzazione» delle diverse operazioni di produzione e commercializzazione su scala mondiale: subappaltare, localizzare e commercializzare le varie operazioni nei vari paesi. Il contributo specifico di ogni paese in questo processo globale (vedere globalizzazione) dipende dai vantaggi specifici che questo è suscettibile di portare: manodopera a buon mercato, infrastrutture di qualità, la vicinanza di una rete fitta e dinamica di ricerca e sviluppo, una sofisticata e poco costosa ingegneria finanziaria e così via. La mondializzazione mette quindi in concorrenza non più i prodotti, ma i sistemi produttivi e sociali. Di conseguenza il mantenimento di questo o quel tipo di benefici sociali in un determinato paese (un livello salariale più elevato, oneri sociali che permettono di finanziare un sistema di previdenza sociale, ecc.) dipende dalla sua capacità di offrire in cambio vantaggi specifici, per i quali le aziende interessate sono disposte a pagare i corrispondenti costi salariali od oneri sociali. La mondializzazione quindi costringe i paesi che vogliono adottarla a elevare il livello di competenza della loro manodopera, la qualità dei loro collegamenti internazionali, ecc. Altrimenti la sola alternativa è quella di ridurre i salari, gli oneri sociali o le imposte, così da attirare con i costi inferiori le imprese che non possono attirare con elementi qualitativi.