Movimento Moderno tra le due guerre: tesina

Appunto inviato da nappy
/5

Caratteristiche del Movimento Moderno e gli architetti principali tra le due guerre mondiali (3 pagine formato doc)

MOVIMENTO MODERNO TRA LE DUE GUERRE: TESINA

Movimento Moderno Fra Le Due Guerre. 
• In questo periodo, la società richiede agli architetti di utilizzare al meglio la tecnologia disponibile per ottenere edifici i cui contenuti estetici siano secondari rispetto ai costi di produzione e manutenzione.

• Gli obiettivi del Razionalismo sono: case a basso costo, fabbriche per assorbire manodopera, strutture per servizi sociali e soprattutto edifici che siano efficienti, funzionali e poco costosi.

• Neue Sachlichkeit: Neo oggettivismo germanico nato nel dopoguerra in cui la forma è intesa come esito ella funzione esplicata dall’oggetto.

Bauhaus: Il nome che Gropius (direttore) darà alla scuola di Arti Applicate per darne un senso più mistico.

(1922).

Movimento Moderno: tesina

MOVIMENTO MODERNO TESINA

• Adolf Meyer e Marcel Breuer: Due componenti della bauhaus che insieme a Gropius si dedicano alla progettazione di edilizia residenziale economica, approfondendo vari temi quali le superfici utili.

Nasce così il concetto di standard abitativo minimo ammissibile (15 m²).

• 1926: il Bauhaus si trasferisce a Dessau occupando un complesso edilizio ideato da Gropius che diventerà un simbolo del razionalismo perché era A. a pianta libera ottenuta per aggregazione di spazi funzionali. B. articolazione funzionale al sistema dei collegamenti orizzontali e verticali. C. Specializzazione dei volumi e identica distribuzione planimetrica su tutti i piani. D. estetica come risultato finale della composizione architettonica. Formerà questo tipo di architettura l’International Style.

• Il bauhaus acuisce ben presto fama mondiale, e nella seconda metà degli anni venti è senz’altro il più consistente riferimento dell’intero movimento moderno.

• Ludwig Mies van der Rohe: figura centrale del razionalismo tedesco. I suoi progetti hanno temi funzionalisti e con quell’atteggiamento classicheggiante che persegue un ideale d’eleganza. Da ricordare il monumento a Bismark che ricorda il purismo geometrico di Boulleè e denota la sua maturata propensione per le superfici ben scandite. Gli ultimi suoi lavori sono raggruppati nel periodo G ovvero un periodo con largo uso del vetro.

Architettura razionalista in Italia: caratteristiche

ARCHITETTURA RAZIONALISTA CARATTERISTICHE

Le Corbusier (1887 - 1965): L’uomo simbolo del razionalismo. Già dai suoi primi anni di vita riesce ad accumulare molte esperienze: lavora nello studio di Hoffmann, frequenta Garnier nel periodo in cui formulava ipotesi sulla “citè industrielle” e, dopo qualche anno, va a studiare i problemi ingegneristici presso lo studio di Perret. Appena apre il suo studio a Parigi si dà al giornalismo e pubblica vari saggi che gli daranno una fama internazionale. Si può dire che Le Courbusier vi è la esplicita dichiarazione della necessità di un nuovo modello urbano che sia rappresentante del diverso ordine sociale.

• I 5 punti dell’architettura moderna di Le Corbusier sono: A. Le strade e il giardino possono passare sotto agli edifici perché questi non rappresentano più una barriera; B. La struttura deve essere realizzata con telai in cemento armato: senza i vincoli della muratura potante, la pianta dell’edificio diventa completamente libera; C. l’impianto strutturale deve essere arretrato rispetto alla facciata dell’edificio: priva di travi e pilastri, la facciata diventa liberamente articolabile;