Perchè non leggere...

Appunto inviato da xcaesarx
/5

Tema sul perchè non bisogna leggere i libri (analisi semiseria). (5 pg - formato word) (0 pagine formato doc)

I libri sono proprio una terribile e inutile cosa Giulio Colla Classe: 2 A Ginnasio Perché non leggere (analisi semiseria) I libri sono proprio una terribile e inutile cosa.
Un'invenzione così stupida l'uomo, che si ritiene l'essere più intelligente della Terra, poteva anche risparmiarsela. Non ne siete convinti? Non state ad ascoltare gli autori di racconti, i poeti, i linguisti: se affermassero l'inutilità delle loro opere, come farebbero a campare? Ascoltate invece me, uomo illuminato, e vi aiuterò a sbarazzarvi di quegli inutili ammassi di carta che occupano prezioso spazio nel vostro piccolo appartamento. Innanzi tutto, passare molto tempo a leggere un testo stanca la vista, con conseguente deterioramento della retina e del potere d'accomodamento del cristallino.
In certi soggetti si sono registrati persino casi di cecità temporanea! Ma perché dobbiamo rovinarci la salute passando ore davanti ad un'interminabile serie di minutissimi caratteri quando possiamo guardare la Tv oppure, tempo permettendo, prendere la bicicletta e andare fuori delle quattro mura domestiche? Come dite? Possiamo leggere il suddetto libro anche comodamente seduti su un bellissimo manto verde brillante? Ma così passiamo dalla padella alla brace! Pensate al riflesso del sole che rende illeggibili le già illeggibili, piccolissime lettere del nostro odiato libro: che sensazione di malessere si deve provare! Non oso nemmeno immaginarlo! I libri poi hanno un costo, che varia a seconda delle dimensioni, del tipo di carta, della rilegatura. E questo costo è solitamente molto alto, troppo alto per un oggetto inutile come quello preso in esame. Ma sapete quanti soldi avete buttato via in libri? Fate un po' i conti di quanto vi sono costate le opere comprate nel corso della vostra esistenza, incluse ovviamente quelle di scuola. Eh sì, avreste già acquistato quella fiammante automobile cui facevate il filo oramai da tempo. E se pensate che la media dei libri universitari è sull'ordine delle duecento mila lire, avrete ben capito che quel motoscafo che volevate avere al lago lo stareste usando già da un pezzo. E oltre al danno materiale, pensate a quello emotivo: non vi si spezza il cuore sapendo quante persone si stanno arricchendo alle vostre spalle grazie ai soldi rapinati a stupidi come voi? E come la mettiamo con l'ecologia? Ettari ed ettari di poveri ed indifesi alberelli si svegliano all'alba convinti di continuare la loro quieta esistenza e invece, in men che non si dica, si ritrovano tagliati, sminuzzati, spappolati e schiacciati fino a trasformarsi nella carta che viene usata da quei mascalzoni di letterati per portar a compimento i loro loschi piani di arricchimento. È ora che i Verdi e il WWF si muovano! Ho persino avuto una “soffiata” sui loro progetti politici: hanno intenzione di attuare una drastica riduzione delle ore di scuola. Potrebbe essere un duro colpo per gli incalliti studiosi, ma vedrete che, dopo aver letto questa mia approfondita ricerca, ac