Ricerca sul capuologo toscano : Firenze

Appunto inviato da polstrade
/5

Descrizione dal punto di vista storico,opere storiche e molte altre cose. (formato txt) (0 pagine formato txt)

Firènze La cittàCittà della Toscana , capol.
della prov. omonima e della regione: comune di 102,41 km2 con 385.766 abitanti (stima del 1995). È situata a 50 m su entrambe le sponde dell'Arno, in un'ampia conca pianeggiante limitata da ameni colli boscosi, sulle cui pendici sorgono numerosi i centri abitati e le dimore isolate . Nella seconda metà di questo secolo la città si è notevolmente espansa fino a dare vita a una vera e propria area metropolitana, che - da un punto di vista amministrativo - è parte della prov. di F. e - da un punto di vista urbanistico - parte della più ampia area metropolitana FPrato-Pistoia. Si tratta di una sorta di conurbazione, delineatasi fin dagli anni Sessanta e Settanta in seguito a una forte espansione, specie residenziale, dei nuclei principali lungo la direttrice pedemontana.
Questa cosiddetta "Grande F." è costituita oltre che dal comune capol., dai comuni del suo intorno che gravitano su di esso per motivi commerciali, di lavoro e di studio: si tratta di una superficie complessiva di 543 km2, con un carico demografico di oltre 660.000 abitanti. F. è il polo organizzatore di quest'area e al tempo stesso il centro dal quale si è mossa l'espansione dell'intera area metropolitana. EconomiaSotto il profilo economico presenta un notevole eclettismo, svolgendo funzioni culturali e produttive rivolte non solo all'ambito locale ma anche a quello regionale e nazionale. Le attività industriali manifestano un'elevata diversificazione e, quanto a dimensioni, si articolano in unità piccole e medie. Fra i settori industriali assorbono un maggior numero di addetti i complessi meccanici, del vestiario, dell'abbigliamento e dell'arredamento, chimico-farmaceutico, poligrafico- editoriale, del legno, delle pelli e del cuoio. Assai attivo è tuttora l'artigianato, fiorente nei settori dell'abbigliamento, della paglia, dei soprammobili, delle pelletterie. Nel campo commerciale il capol. toscano dispone di una cospicua rete sia di unità all'ingrosso sia di punti vendita al minuto, nonché di numerose attività di intermediazione. Un ruolo importante nella promozione delle attività commerciali è svolto dalle manifestazioni fieristiche, che si tengono a F. con regolarità, in particolare quelle della moda pronta, che hanno per sfondo le sale di palazzo Pitti o dei maggiori alberghi cittadini. La città è sede della Borsa Valori, dell'Università, dell'Istituto Universitario Europeo, di altre Università straniere e della Curia vescovile. Il movimento turistico è assai intenso, favorito da un'efficiente attrezzatura ricettiva e dai buoni collegamenti stradali. Nell'alluvione del 4 novembre 1966 F. ha subito gravissimi danni, con perdite enormi per il patrimonio artistico e culturale. StoriaQuando nel 187 a. C. la via Cassia fu prolungata da Arezzo a Bologna, sorse sulla riva destra dell'Arno, dove esisteva un guado, un posto di guardia romano. Al tempo di Silla, quando l'agro fiesolano fu colonizzato, il territorio della futura F. fu assegna