Saggio

Appunto inviato da andrew100
/5

Saggio sull'immigrazione: L’ITALIA DA TERRA DI EMIGRANTI A TERRA DI IMMIGRATI: CAUSE E CONSEGUENZE SOCIO-ECONOMICHE(formato word pg 3) (0 pagine formato doc)

“L'ITALIA DA TERRA DI EMIGRANTI A TERRA DI IMMIGRATI:CAUSE E CONSEGUENZE SOCIO-ECONOMICHE” “L'ITALIA DA TERRA DI EMIGRANTI A TERRA DI IMMIGRATI: CAUSE E CONSEGUENZE SOCIO-ECONOMICHE Negli ultimi tempi il problema dell'immigrazione è diventato di grande attualità.
L'Italia è in primo piano,ogni giorno,nella lotta contro i clandestini.Giungono a centinaia su gommoni ed imbarcazioni alla ricerca di una vita migliore per loro ma soprattutto per i loro figli,strappati prematuramente alla loro terra a causa delle guerre,come in Jugoslavia o in Albania.Addirittura molti di loro non hanno neanche la possibilità di sbarcare sul nostro paese,essendo molto spesso gettati in mare da scafisti senza scrupoli.Oltre all'immigrazione però l'Italia del mezzogiorno ha conosciuto da oltre un trentennio una forte emigrazione.Sistemi arretrati di coltura,crisi agrarie,sistemi tributari che gravano eccessivamente sui bilanci,sono solo alcuni dei motivi che hanno spinto gli italiani a trasferirsi in America o in Australia.Grandi masse di contadini giungono nel paese delle opportunità, carichi di speranze e in cerca di lavoro per guadagnare i soldi per garantire una modesta vita ai propri famigliari.In un paese straniero sono costretti a vivere spesso un ruolo di emarginati, al di fuori della vita sociale dello stato in cui si trovano.Dopo alcuni mesi tornano in patria e qui spendono il denaro guadagnato per comprare terre da coltivare,si sposano e così si ritrovano nella stessa situazione di quando sono partiti.Le spese sono maggiori dei guadagni e la loro miseria da cui cercarono di fuggire è nuovamente lì,implacabile. L'Italia quindi è stata terra di emigranti ed ora accoglie gente immigrata.Negli ultimi tempi i telegiornali e le pagine di cronaca sono stati riempiti da storie drammatiche che hanno come soggetti i clandestini.Donne e bambini gettati in mare dagli scafisti,immigrati sfruttati nel lavoro nero.Ciò che preoccupa maggiormente è il fatto che le persone che riescono a rimanere nel nostro paese sono costretti ,non trovando lavoro, ad affidarsi a persone che li sfruttano e promettono loro facili guadagni facendogli svolgere spesso lavori illegali.E' forse questo uno dei maggiori problemi legati all'immigrazione a cui non si riesce a mettere un freno.Storie come queste sono ormai all'ordine del giorno ma si può fare qualcosa per risolvere questo problema?Le risposte sono poche e spesso inutili.La risoluzione a questo interrogativo comporterebbe risolvere prima di tutto la piaga della guerra,della povertà,dell'analfabetismo e dell'ignoranza,cosa per niente facile visti gli scarsi risultati ottenuti fino ad ora.
L'immigrazione quindi è un fenomeno che si è verificato per secoli in molti paesi, incidendo anche sullo sviluppo e sulla storia di questi ultimi.Voler combattere il problema dell'immigrazione piuttosto che risolverlo vuol dire andare contro la nostra stessa natura.Vorrebbe dire vanificare gli sforzi di tutte quelle persone che hanno la