La scoliosi

Appunto inviato da supermegamazzo
/5

Appunto discretamente approfondito sulla scoliosi ed i problemi alla spina dorsale. (file .doc, 4 pag) (0 pagine formato doc)

Untitled Incurvatura della colonna vertebrale in senso antero - laterale.
Per spiegarci meglio, è bene dire che visto in direzione antero - posteriore, il rachide di un individuo normale si presenta perfettamente diritto ;quando ciò non avviene si tratta sempre di una situazione patologica che viene appunto chiamata scoliosi. Per indicare il lato della deviazione si usa considerare la convessità della curva, quindi per scoliosi sinistra s'intende una deviazione laterale con la convessità a sinistra. Se la deformità interessa un solo segmento della colonna, si parlerà di scoliosi lombare, dorsale o cervicale ; se tutta la colonna è deviata dallo stesso lato, si dirà scoliosi totale. Molto spesso, specialmente quando la scoliosi dura già da parecchio tempo, la curva unica si trasforma a curva doppia o multipla, in quanto sopra o sotto la curva principale il cui raggio di conseguenza si accorcia, si formano delle curve secondarie, di compenso, in senso inverso della principale nel tentativo di mantenere l'asse di gravità del tronco.
Contemporaneamente le vertebre che si schiacciano e si deformano, vanno in contro ad un processo di rotazione e torsione sull'asse longitudinale che altera la loro disposizione lungo il rachide. La lordosi e la cifosi sono fisiologiche e possono divenire patologiche quando queste curve, normalmente presenti, aumentano o diminuiscono oltre certi limiti detti fisiologici, mentre la scoliosi è sempre patologica. Fatta un po' di luce su questa terminologia spesso tanto male conosciuta, vediamo di quali svariate malattie la scoliosi può rappresentare uno dei sintomi, giacché è proprio di un sintomo che si tratta e non di una malattia vera e propria. In primo luogo è bene fare una distinzione fra scoliosi funzionali ed organiche. Le prime sono vizi di atteggiamento della colonna vertebrale, anatomicamente integra, come conseguenze di alterate condizioni statiche ;infatti quando in un soggetto gli arti inferiori non sono di uguale lunghezza, il bacino si inclina versa l'arto più corto e la colonna vertebrale ne segue l'inclinazione determinando una scoliosi che si corregge del tutto o in parte nella posizione seduta. Nella seconda invece l'alterazione è primitivamente localizzata alla colonna vertebrale, alle sue articolazioni o legamenti o ai muscoli paravertebrali. Queste forme organiche possono essere congenite o acquisite. La scoliosi congenita può essere dovuta ad un prolungato cattivo atteggiamento del feto nel corpo materno ed è allora manifesta fin dal momento della nascita con una curva totale, che resiste ai tentativi di correzione. La radiografia svela in questi casi l'integrità morfologica della colonna vertebrale. Più frequentemente la scoliosi congenita è originata da una difettosa costruzione di singole vertebre (vertebre cuneiformi, emivertebre ecc..). Ne conseguono deviazioni con curve brevi a raggio corto o addirittura angolari, di solito senza rotazione e quindi senza gibbo costale. Non è rara la concomitanz