Lo stage

Appunto inviato da dadina82
/5

Relazione sull'esperienza dello stage: cosa implica per i vari soggetti coinvolti nell'esperienza, l'utilità (formato word pg 5) (0 pagine formato doc)

? STAGE L'esperienza dello stage permette a molti soggetti, tra i quali anche gli studenti, di avvicinarsi al mondo del lavoro favorendo la verifica di come e quanto ciò che viene studiato, o appreso tramite precedenti corsi di formazione, sia attinente a ciò che viene effettivamente messo in pratica in ambito professionale.
Per questo l'invio di un tirocinante, da parte di un ente promotore, sul luogo di lavoro non deve vedersi come l'instaurarsi di un rapporto di subordinazione tra questi ed un imprenditore, bensì come un metodo di apprendimento alternativo, che non si potrebbe mettere in atto durante il normale iter scolastico/formativo. Nulla vieta, però, che lo stagista possa poi successivamente inserirsi di fatto all'interno della stessa azienda che lo ha precedentemente accolto.
L'idea dello stage è promossa nella maggior parte dei casi da un soggetto “promotore” che può essere uno tra i seguenti: università, Provveditorato agli studi, scuole statali, scuole private parificate, centri di formazione e/o orientamenti pubblici o convenzionati, comunità terapeutiche e cooperative sociali, servizi di inserimento lavorativo per disabili, agenzie regionali per l'impiego, direzioni provinciali del lavoro, istituzioni formative private senza fini di lucro. Tal ente, anche nel caso in cui sia stata l'azienda a manifestare la volontà di effettuare uno stage, deve obbligatoriamente seguire lo stagista. Quest'ultimo è di solito un volontario ma a volte la partecipazione a tale iniziativa può essere parte integrante di un corso di formazione. L'attività del promotore è prevalentemente un'attività di collaborazione con l'impresa nella formulazione di un progetto formativo, nel seguire il tirocinante mediante un tutor, nel coordinare le esigenze delle varie parti, nello scegliere i candidati in base alle caratteristiche richieste. Oltre a ciò quest'ente dovrà anche documentare i programmi sui quali si svolgerà lo stage, progettare le attività svolte in esso e certificare queste al termine dell'esperienza lavorativa. Queste ultime funzioni richiedono una scelta accurata dell'area in cui inserire lo stagista evitando reparti nei quali la sua inesperienza potrebbe nuocere; occorrerà anche verificare la pertinenza delle attività che dovranno essere eseguite, con il piano di studio o di formazione a controllare il grado di motivazione del tirocinante. Sarà poi opportuna la scelta da parte dell'azienda del tutor (o responsabile aziendale) da affiancare allo stagista, facendo in modo che tra i due s'instauri un rapporto tale da favorire l'apprendimento, e che il responsabile sia disponibile, abbia buone doti comunicative e una significativa esperienza professionale oltre ad essere mosso dal desiderio di trasmettere “conoscenze” al giovane. L'impresa, inoltre, dovrà collaborare nella stipulazione di Convenzione e Progetto formativo e favorire lo svolgimento dello stage permettendo al tirocinante di conoscere direttamente le tecnologie ado