Supporto di base delle funzioni vitali (BLS)

Appunto inviato da albertoo
/5

Appunto completo sull'intervento di soccorso delle funzioni vitali e rianimazione cardiopolmonare. Appunto corredato di immagini esplicative (file.doc, 12 pag 200 Kb circa) (0 pagine formato doc)

Untitled IL SUPPORTO DI BASE DELLE FUNZIONI VITALI (BLS) II Supporto di base delle funzioni vitali (Basic Life Support, BLS) consiste nelle procedure di rianimazione cardiopolmonare (RCP) necessarie per soccorrere un paziente che: ha perso coscienza, ha una ostruzione delle vie aeree o si trova in stato di apnea per altri motivi, ?n arresto cardiaco.
L'obiettivo principale del BLS ?a prevenzione dei danni anossici cerebrali; le procedure sono finalizzate a: prevenire l'evoluzione verso l'arresto cardiaco in caso di ostruzione respiratoria o apnea, provvedere alla respirazione e alla circolazione artificiali in caso di arresto di circolo. LA SEQUENZA DEL BLS La sequenza delle procedure di BLS consiste in una serie di azioni alternate con fasi di valutazione.
Le azioni sono schematizzate mnemonicamente con l'ABC: A. Apertura delle vie aeree (Airway) B. Bocca-a-bocca (Breathing) C. Compressioni toraciche (Circulation). Ogni passo ?receduto da una fase di valutazione: Valutazione dello stato di coscienza ==> A Valutazione della presenza di attivit?espiratoria ==> B Valutazione della presenza di attivit?ircolatoria ==> C Ogni valutazione ed ogni azione va eseguita nella corretta sequenza e nella corretta modalit? VALUTAZIONE DELLO STATO DI COSCIENZA II primo passo nel soccorso di una persona apparentemente senza vita consiste nel valutare lo stato di coscienza: chiamala a voce alta; scuotila delicatamente. La condizione di non coscienza autorizza l'attivazione della sequenza del BLS: chiama aiuto e fai attivare il sistema di emergenza o l'equipe di rianimazione avanzata posiziona la vittima su un piano rigido o a terra, allineando il capo, il tronco e gli arti. Nel caso di trauma, la vittima pu?sere spostata se ?ssicurato il mantenimento in asse di collo e tronco. A. APERTURA DELLE VIE AEREE La perdita di coscienza determina un rilasciamento muscolare; la mandibola cade all'indietro e la lingua va ad ostruire le prime vie aeree. Per ottenere la perviet?elle vie aeree: solleva con due dita il mento; spingi la testa all'indietro appoggiando l'altra mano sulla fronte. Questa manovra impedisce la caduta indietro della lingua e permette il passaggio dell'aria. Tecnica alternativa: posizionandoti dietro la testa del paziente, solleva la mandibola agganciandone gli angoli con le due mani. In caso di sospetta lesione traumatica cervicale, solleva la mandibola senza estendere la testa. Controlla quindi se nella bocca della vittima sono presenti oggetti o residui di alimenti e se possibile cerca di asportarli. Mezzo aggiuntivo: cannula faringea. La cannula faringea facilita il mantenimento della perviet?elle vie aeree; posta tra la lingua e la parete posteriore del faringe garantisce il passaggio dell'aria attraverso le vie aeree superiori, sia in caso di respiro spontaneo che durante ventilazione con maschera {vedi oltre). Attenzione: se sono presenti i riflessi faringei, ?ossibile che lo stimolo meccanico della cannula provochi il vomito; in questo caso l'os