Le tipologie di governo

Appunto inviato da homer83
/5

Le caratteristiche delle tipologie di governo democratico (presidenziale e parlamentare). Appunto approfondito. (file. doc, 8 pag) (0 pagine formato doc)

GOVERNO: GOVERNO: DEFINIZIONE DI GOVERNO: Montesquier è il primo a definire il governo secondo lo schema di divisione dei poteri in esecutivo, legislativo, e giudiziario.
Prima di questa tripartizione il potere era monistico cioè stava tutto nelle mani di un sovrano il quale regnava e governava, nominava il personale al quale affidare compiti politici e amministrativi e lo licenziava, egli dettava leggi e emetteva sentenze, promulgava amnistie e concedeva grazie. In seguito il conflitto tra nobili e il monarca portò a una suddivisione dei poteri (quello che affermerà Montesquier) secondo la quale il potere legislativo era relativo alla funzione di produrre leggi sui diritti e la sicurezza degli individui e che era compito del Parlamento; il potere esecutivo era destinato alla attuazione e alla tutela di alcuni interessi generali della collettività; il potere giudiziario che deve risolvere le controversie tra privati e garantire il rispetto della legge punendo chi la viola. Governo può essere usato in senso generale per indicare l'insieme dei tre poteri; il termine viene anche usato in senso più ristretto per indicare l'esecutivo; nei paesi di lingua inglese government assume il significato più ampio, mentre l'esecutivo è chiamato cabinet in Inghilterra e executive negli Stati Uniti.
COME SI CARATTERIZZA UNA FORMA DI GOVERNO PRESIDENZIALE: La forma di governo presidenziale è caratterizzata dal fatto che legislativo e esecutivo sono più nettamente distinti. Il popolo (l'elettorato) elegge tanto il parlamento quanto direttamente il presidente cioè il capo dell'esecutivo che ha una sua fonte di legittimazione specifica e autonoma da quella del parlamento, che in questi casi vien denominato Congresso. Il Congresso è eletto dai cittadini, con un sistema elettorale maggioritario in circoscrizioni uninominali negli USA, con diversi sistemi proporzionali o misti nelle repubbliche presidenziali latino - americane. Il presidente della repubblica non ha il potere di sciogliere il Congresso, e a sua volta il Congresso non può sfiduciare e sostituire il presidente della repubblica, ma può solo metterlo in stato di accusa per attentato alla Costituzione. Nelle forme presidenziali di governo il presidente, il Congresso e la Corte suprema sono istituzioni separate che condividono il potere. Se il presidente introduce disegni di legge che il Congresso non gradisce, il Congresso può cambiarli, respingerli in attesa di testi che apprezzi e approvi. Se il Congresso approva disegni di legge che il presidente non gradisce, il presidente può fare ricorso al suo potere di veto, parziale o totale. Il Congresso può superare il veto con la maggioranza qualificata dei due terzi. COSA SI INTENDE PER GOVERNO DIVISO: Il problema maggiore del presidenzialismo, soprattutto statunitense, è costituito dalla presenza in carica di un presidente il cui partito non ha la maggioranza nei due rami del Congresso. In questo caso, il presidenzialismo dà luogo a quello che viene definito go