Il traffico di droga

Appunto inviato da elym
/5

Ricerca sul traffico di droga nell'America del Sud.(2 pagine, formato word) (0 pagine formato doc)

La nostra penisola, invece, è un'area di transito dell'eroina, il cui commercio viene gestito dalle organizzazioni mafiose, in La droga è una sostanza stupefacente facilmente reperibile in tute le parti del mondo; ecco il principale lungo viaggio di questa fino al contrabbando in Italia.
L'America del Sud è ancora il più grande paese del mondo per il traffico di cocaina, nonostante il predominio sia transitato dal violento cartello di Medellìn al cartello non violento di Cali, che è riuscito a mutare la sensibilità della società americana nei confronti della accettabilità delle droghe. Ora che il cartello di Cali ha ottenuto il controllo, il tentativo di sradicare il problema droga potrebbe essere intralciato qualora i proventi derivanti dal traffico di droga fossero considerati "accettabili", in virtù dei metodi non violenti attraverso i quali il denaro è guadagnato.
In ogni modo la corruzione è assai diffusa e l'infiltrazione di membri del cartello nei Servizi segreti ed in altre strutture amministrative è fra le principali cause di preoccupazione.Il crimine continua a crescere nel paese, in particolare a Cali, dove i trafficanti di droga di basso livello di un tempo non sono più sotto il controllo dei leaders del cartello di Cali. Un'eventuale rinuncia di questi leaders potrebbe indurre una più rapida perdita del controllo sui membri più giovani. Di contro, Medellìn potrebbe riprendersi dalle nebbie create dai leaders del cartello e tornare ad essere di nuovo il grande centro finanziario e industriale che era. La Colombia è la maggiore fonte di produzione di cocaina, per quanto la gran parte dei materiali di base e della pasta di coca derivino dal Perù e dalla Bolivia: sebbene la pressione dell'esercito peruviano sta iniziando a forzare i cartelli a produrre la pasta di coca in proprio.Trasformare la pasta in cocaina richiede tecniche dispendiose e di difficile esecuzione: pertanto tali procedimenti sono riservati ad organizzazioni selezionate. È noto che le Forze Armate Rivoluzionarie colombiane coltivano le foglie di coca ed hanno anche costruito le loro raffinerie "stornando" chimici dalle locali industrie. Questo passaggio ha visto i cartelli specializzarsi nel trasporto e nel commercio di cocaina, l'area più proficua nel business del traffico di droga. Molti laboratori sono stati distrutti recentemente, benché questo numero si sia ultimamente ridotto in misura considerevole, perché i trafficanti hanno spostato le loro attività più lontano nella giungla. Le autorità, che devono fronteggiare il problema della cocaina, si trovano oggi a dover tener testa anche ad un aumento della coltivazione del papavero da oppio.I cartelli colombiani insediati a Medellìn ed a Cali costituiscono un grande pericolo per l'Europa Occidentale. L'abbandono del leader del cartello di Medellìn ha spostato il dominio da questo gruppo violento a quello più pacifico di Cali. Comunque la cocaina colombiana continua a dominare il mercato della droga dell'Europa occide