I vari tipi di romanzo

Appunto inviato da alessina Voto 8

Riassunto sui diversi tipi di romanzo: il romanzo gotico, il romanzo d'avventura, il romanzo poliziesco, il romanzo narrativo, il genere horror, il romanzo storico, il romanzo gotico, il romanzo moderno, con riferimenti ai Promessi sposi di Manzoni e il significato della "parabola" (3 pagine formato doc)

TIPI DI ROMANZO

I vari tipi di romanzo.

Nel nostro secolo la letteratura è stata definita di intrattenimento e la diffusione di questa va di pari passo con l’ampliamento del pubblico e con lo sviluppo dell’industria culturale. Già inizialmente (metà 700, inizio 800) possiamo vedere sviluppato il romanzo gotico che aveva incontrato il favore di un vasto pubblico di diverse classi sociali, facendo leva su un sentimento basilare, quale la paura.
Nel secolo scorso ebbe grande diffusione anche il romanzo di avventura.
Per avventura si intende la ricerca del nuovo che spinge a conoscere ciò che è al di fuori e al di la della realtà quotidiana e consueta ed è senza dubbio uno stato d’animo, un desiderio che ha caratterizzato l’uomo fin dai tempi più remoti. Si può intendere come avventura anche il viaggio di Ulisse nell’Odissea di Omero. Non è un caso quindi che la nascita del romanzo moderno sia segnata proprio da un romanzo di avventura, quello di Robinson Crusoe, di Daniel Defoe.

Nascita e sviluppo del romanzo moderno

IL ROMANZO E I SUOI GENERI

Robinson, unico superstite di un naufragio, approda su un’isola sperduta e deserta dove riesce a organizzarsi una nuova vita. Il naufragio, l’isola sperduta, la solitudine dell’eroe diventeranno ingredienti fondamentali dei romanzi di avventura centrati sul viaggio. L’ottocento è il secolo d’oro del romanzo di avventura che acquista un carattere realistico ma anche irreale; perché il viaggio e l’avventura si dirigono non verso mondi irreali e fantastici, e neppure verso mondi reali e già conosciuti, bensì verso altri mondi possibili che lo sviluppo tecnologico in futuro potrà dar vita. Nel XIX i romanzi di avventura si rivolgevano soprattutto ai giovani, successivamente il romanzo sarà la borghesia, in quanto in questo si esalta l’uomo media e l’uomo comune. L’avventura si è poi trasferita nei due generi di più codificati del poliziesco e della fantascienza.

Il romanzo dell'800: caratteristiche generali

GENERE POLIZIESCO

Il genere poliziesco o comunemente definito in Italia, giallo, trasse probabilmente ispirazione da alcuni racconti sulle storie dei grandi criminali; e quello vero e proprio nacque nel 1841 con la pubblicazione del racconto I delitti della rue Morgue del grande scrittore americano Edgar Allan Poe. I caratteri essenziali erano: il delitto già compiuto, la stanza chiusa dall’interno, la polizia che non riesce a risolvere il caso, l’investigatore che grazie alle sue capacità d’osseravazione e doti intellettuali, riesce a risolvere l’enigma dopo aver irritato la polizia per il suo modo di procedere. Particolarmente famosi divennero poi i racconti di Sherlock Holmes, che è il detective più rappresentativo del cosiddetto giallo scientifico basato sulla risoluzione rigorosamente logica dei casi apparentemente più indecifrabili e complessi. Il delitto, evento centrale del romanzo poliziesco, è nel caso del giallo classico chiamato anche romanzo enigma dove l’intreccio segue quindi lo sviluppo di un ragionamento logico che deve portare a una dimostrazione chiara e rigorosa. Ad esso si contrappone il romanzo di azione. Il primo fa leva dall’effeto alla causa; mentre il secondo dalla causa all’effetto.

Storia del romanzo: riassunto e caratteristiche