Diete specifiche

Appunto inviato da rosi994
/5

Dieta in gravidanza, del bambino e dello sportivo (1 pagine formato doc)

Scienza Dell’Alimentazione – Diete specifiche
DIETA IN GRAVIDANZA: La donna in gravidanza deve seguire una dieta specifica poiché deve mantenersi in buona salute per fornire i nutrienti al feto e accumulare riserve energetiche che le serviranno per l’allattamento.
L’aumento del peso corporeo deve avvenire in modo graduale (1-2 kg nel primo trimestre, 350-450 g per settimana nel periodo successivo) al termine della gravidanza non deve superare i 10-12 kg.
- l’apporto energetico deve essere incrementato di 200kcal al giorno.
- l’assunzione di proteine aumenta del 15%, quella di calcio e fosforo del 50%, si deve raddoppiare la quantità di acido folico (per evitare la spina bifida del feto) e quadruplicare la vitamina D.
Per soddisfare queste richieste bisogna assumere latte, cereali e derivati, frutta e verdura e olio d’oliva.
Ed evitare il consumo di carne e pesce poco cotti e di insaccati crudi (poiché c’è il rischio di contrarre la toxoplasmosi).
E infine evitare bevande alcoliche e nervine.


DIETA DURANTE L’ALLATTAMENTO: Durate l’allattamento la mamma deve aumentare l’apporto calorico:
- l’apporto calorico va aumentato di circa 500 kcal al giorno;
- la vitamina A,B,C ed E aumenta in misura variabile. Le proteine di circa il 40%, il calcio, fosforo e sodio del 50% e la vitamina D deve quadruplicare.
Gli alimenti consigliati sono come quelli della gravidanza. E’ importante evitare o ridurre il consumo di alimenti che possono alterare il gusto del latte o causare al neonato reazioni allergiche (formaggi, cioccolato, alcolici).


DIETA DELLO SPORTIVO: L’attività fisica è molto importante in quanto serve a mantenere un peso corporeo adeguato, a regolare la sensazione di fame, a migliorare l’utilizzazione del glucosio e a ridurre danni vascolari causati da fattori di rischio aterogeno.