Anoressia e bulimia: disturbi alimentari

Appunto inviato da lauracmpopiano
/5

Analisi dei sintomi e delle cause dei principali disturbi alimentari: anoressia e bulimia (4 pagine formato doc)

ANORESSIA E BULIMIA: DISTURBI ALIMENTARI

Alimentazione: Anoressia, bulimia e altri disturbi alimentari
Introduzione: Nel corso degli anni,abbiamo assistito a numerosi cambiamenti nella ristorazione,nella cucina e nell’alimentazione della popolazione.

Alcuni fattori socio-culturali,psico-sessuali e familiari hanno favorito la nascita di numerose patologie causate da una scorretta alimentazione,in particolare,vorrei approfondire anoressia nervosa,bulimia nervosa e disturbi alimentari ad esse correlate.
Dagli anni ’70,queste malattie sono aumentate a dismisura,arrivando a colpire circa il 20-30% della popolazione femminile,soprattutto le giovani adolescenti,ciò ha assunto dimensioni preoccupanti,tanto da essere sempre più presente nella pratica clinica.

Anoressia e bulimia: tema svolto


ANORESSIA E BULIMIA: CAUSE

Fattori che favoriscono disordini alimentari:
Al centro dei disordini alimentari,che si manifestano come malattie complesse,risultato dell’interazione di fattori biologici,genetici, sociali,psicologici e psichiatrici,c’è comunque da parte del paziente un’ossessiva sopravvalutazione dell’importanza della propria forma fisica,del proprio peso,corpo e una necessità di stabilire un controllo su di esso.
Tra le ragioni che portano allo sviluppo di comportamenti anoressici e bulimici,si evidenziano:
•    Familiarietà(è stato provato che i disordini alimentari si manifestano con maggior incidenza,tra i parenti di una persona malata,in particolare la madre);
•    Pressione  sociale dei media(soprattutto nelle ragazze che s’identificano nei modelli proposti dai mezzi di comunicazione che esaltano l’eccessiva magrezza delle top model);
•    Sensazione d’inferiorità(dovuta a disagi familiari,complessi fisici,la convinzione di deludere le aspettative altrui);
•    Abuso di alcool e/o droghe(spesso è correlato all’insorgenza di disurbi alimentari);
•    Abusi e/o traumi(violenze sessuali,drammi familiari,situazioni di disagio sociale).

Tema sull'anoressia e bulimia: disturbi alimentari


ANORESSIA E BULIMIA: SIGNIFICATO

Cosa sono i disturbi alimentari? Sono alterazioni dell’assunzione di nutrienti,le più diffuse e conosciute sono anoressia e bulimia,che fino ai primi anni ’90 s’identificavano,erratamente,nella stessa patologia,che veniva considerata alla stregua di un disturbo mentale,mentre si trascuravano le cause più profonde che portavano ad un simile disturbo comportamentale/alimentare;solitamente le più colpite sono proprio le donne,soprattutto le giovani dai 12 ai 25anni,più fragili e facilmente influenzabili.

Anoressia e bulimia: tema sui disturbi alimentari


QUALI SONO I DISTURBI ALIMENTARI

Anoressia nervosa: Questa malattia si diffonde principalmente nell’ambito della danza e della moda.
Una persona diventa anoressica quando scende al di sotto dell’85% del peso ideale per la propria età,sesso ed altezza,riducendo o interrompendo la propria consueta alimentazione.
L’anoressia è conseguente al rifiuto ad assumere cibo,determinato da un intensa paura di acquisire peso o diventare grassi,anche quando si è sottopeso;spesso s’inizia con l’evitare cibi ritenuti grassi,preferendo cibi “sani” e poco calorici,controllando ossessivamente la composizione,il contenuto calorico e pesandosi di frequente,ogni boccone viene ingerito con lentezza essendo oggetto di lunghi dibattiti interiori fatti di sensi di colpa;il corpo viene percepito in modo alterato,con un’eccessiva attenzione alla forma fisica e rifiutando,a sé stessi prima che agli altri,l’attuale condizione di sottopeso.

Tema sull'alimentazione


DISTURBI ALIMENTARI: CAUSE PSICOLOGICHE

Diagnosticare l’anoressia non è sempre semplice in soggetti molto giovani,perché i cambiamenti fisici che accompagnano l’adolescenza e che comportano squilibri di peso possono mascherarne le prime fasi. Nei bambini è più comune che l’anoressia si manifesti tramite altri sintomi,come la nausea e il”non aver fame”,mentre nelle ragazze,uno dei sintomi più classici è l’interruzione del ciclo mestruale per almeno tre mesi consecutivi(ciò però non riguarda le giovani non ancora mestruate o coloro che assumono pillole anticoncezionali).

.